Carpi, Arrighini: ”Morale alto e identità di gioco. Ma ora servono punti”

Carpi, Arrighini: ”Morale alto e identità di gioco. Ma ora servono punti”

Uno dei giocatori biancorossi che ha preso parte a tutti gli incontri di campionato della stagione. Andrea Arrighini è uno dei titolarissimi del Carpi di Fabrizio Castori.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
andrea-arrighini-carpi

Uno dei giocatori biancorossi che ha preso parte a tutti gli incontri di campionato della stagione. Andrea Arrighini è uno dei titolarissimi del Carpi di Fabrizio Castori anche se nel suo curriculum emiliano si legge finora di una sola rete, realizzata nel pareggio interno contro il Brescia. La fame di gol e di punti non manca però all’ex Cittadella, come confermato dallo stesso negli studi di Tv Qui: «Adesso fino alla sosta di dicembre sarà una tirata con partite fondamentali, come quella del prossimo sabato. Ci arriviamo con il morale alto, perchè dopo Palermo i due risultati positivi con Crotone e Benevento ci hanno dato fiducia. Il morale è alto e sono convinto che anche a Padova diremo la nostra»;

«Il ruolo qui a Carpi è molto simile a quello che avevo a Pontedera, dove attaccavo la profondità. Mister Castori ci sta dando questa identità che ci ha dato benefici, ma che deve anche iniziare a farci vincere le partite. Le mie azioni da gol? Le rivedo certo e quelle occasioni lì devo sempre finalizzarle meglio. Sono comunque sereno, spero di rimediare già da sabato»;

L’arrivo a Carpi: «Una piazza molto simile a Cittadella, una realtà piccola ma molto accogliente. Obiettivi? Non sono venuto qua sapendo di poter vincere il campionato, sarei un bugiardo a dirlo, ma sono venuto in una società ambiziosa, questo è sicuro. Non siamo partiti con il piede giusto, ma il club voleva e vuole tuttora fare bene. Sono convinto che questa squadra si può salvare».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy