Carpi-Atalanta: migliori e peggiori del match

Carpi-Atalanta: migliori e peggiori del match

Le pagelle di Carpi-Atalanta, sfida dello stadio Braglia terminata 1-1: attacco poco incisivo, Verdi alla prima rete

Carpi Atalanta 1-1

Le nostre pagelle per i migliori ed i peggiori di Carpi-Atalanta: a mente lucida cerchiamo di individuare i giocatori di entrambe le squadre che si sono contraddistinti in positivo o negativo. La gara è terminata in pareggio, un risultato che rispecchia le difficoltà di entrambe le squadre. L’Atalanta è in un periodo buio, povero di punti, mentre il Carpi fatica a ritrovare la vittoria (che manca dalla partita con la Sampdoria) anche per la poca concretezza nel reparto avanzato.

MIGLIORI

Simone Romagnoli (Carpi) 6,5: continua la sua evoluzione difensiva. Ad ogni partita il bomber avversario è roba sua. Con l’Atalanta fa un ottimo lavoro su Pinilla che quasi non tocca un pallone (e Reja giustamente lo sostituisce);

Raffaele Bianco (Carpi) 6: non si fa notare particolarmente, ma conferma che il Carpi difficilmente riesce a fare a meno di lui. Nella ripresa sfiora la rete con un bellissimo tiro dal limite dell’area su cui Sportiello compie un’ottima parata;

Marco D’Alessandro (Atalanta) 6,5: ora si può capire come mai il Carpi avesse messo gli occhi su questo giocatore durante il mercato invernale. Corre come un matto lungo la fascia sinistra ed è meritevole di applausi per i continui cross verso il centro dell’area, uno dei quali è colto nel migliore dei modi da Kurtic. Castori lo temeva, per questo non ha schierato Zaccardo (più lento) ed ha posizionato Letizia sulla corsia di destra per tenere testa alla sua velocità.

PEGGIORI

Marco Borriello (Atalanta) 4,5: forse ancora legato alla causa emiliana, riesce ad essere il migliore uomo in campo. Per il Carpi. Oltre a rischiare l’autogoal, un minuto dopo causa il rigore del pareggio e nel finale si prende una ammonizione;

Kevin lasagna (Carpi) 5: purtroppo quell’occasione colossale fallita nel primo tempo gli costa l’insufficienza. La rete poteva portare in vantaggio il Carpi e cambiare le sorti dell’incontro. Oltre a ciò, non si rende più pericoloso nel corso della gara. Noi ne siamo ancora convinti, Kevin spacca la partita quando entra a gara in corso;

Jerry Mbakogu (Carpi) 5: come il compagno di reparto, non si rende mai pericoloso, confezionando solo l’assist per Kevin nell’occasione buttata via dallo stesso Lasagna (un assit pregevole questo è vero) e provando un colpo di testa nel finale che si spegne a lato della porta di Sportiello.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy