Carpi, Bianco: ”Giocheremo con intelligenza, noi ci crediamo”

Carpi, Bianco: ”Giocheremo con intelligenza, noi ci crediamo”

Un Raffaele Bianco tornato in ottima forma proprio nel momento cruciale della stagione: il capitano del Carpi vuole il massimo dalla sfida col Frosinone e afferma: ”Siamo stracarichi ve lo assicuro”

Un Raffaele Bianco tornato in ottima forma proprio nel momento cruciale della stagione: il capitano del Carpi vuole il massimo dalla sfida col Frosinone, due retrocesse dalla scorsa Serie A che ora combattono per ritrovare la massima serie: «In pochi avrebbero scommesso sul nostro passaggio, ma non noi. Noi ci credevamo, abbiamo sempre lavorato per arrivare a questo tipo di partita. Abbiamo alzato tutti il livello delle nostre prestazioni e credo che la partecipazione ai playoff sia meritata. Lo ha dimostrato anche la vittoria a Cittadella. Chi non ci ha scommesso posso dire che era lecito, ma noi come gruppo e società ci abbiamo sempre creduto

La stagione del Frosinone – Loro hanno subito una retrocessione diversa dalla nostra, senza dimenticare che noi a mio parere meritavamo di restare nella massima serie. Hanno avuto del tempo in più per preparare la risalita hanno cambiato giocatori, allenatore, c’è stato una specie di cambio generazionale e questo ha portato forze fresche fisiche ma soprattutto mentali.

Una doppia gara, può essere un vantaggio? – Una la devi vincere per forza e giocare in casa la prima dopo la gara di Cittadella può essere un vantaggio. Speriamo di disputare la nostra miglior partita e che l’ambiente sia carico e caldo, perchè a Frosinone troveremo sicuramente un ambiente così. Non partiamo battuti, siamo stracarichi, questo ve lo posso assicurare. 

Tornando un po’ indietro: prima c’erano le critiche per un Carpi che non andava, Ora la situazione è capovolta – Il bello del calcio è questo, ci ritroviamo a vivere dei momenti difficili, voi a scrivere delle critiche perchè tutti si aspettavano qualcosa in più da noi. Ma forse perchè effettivamente siamo diventati qualcosa di più. Dovevamo dare qualcosa in più, la presa di posizione della società ce lo ha fatto capire, e non è servito un faccia a faccia, un discorso per comprenderlo. Nello spogliatoio siamo tutti leader e l’inversione di rotta è stata praticamente automatica. Ancora non abbiamo compiuto niente di eccezionale, ma sentire la voglia di stare vicino alla squadra, anche solo di qualcuno che senti dire ”Vado subito a comprare il biglietto” contribuisce a darci la giusta carica.

Il Carpi è tornato ad essere quello che conosciamo, addirittura con alcuni titolari a volte lasciati in panchina – Qui non ci sono prime donne e il mister lo ha dimostrato anche lasciando fuori dei pezzi da 90. Non parlerei di riscatto, ma di semplice voglia di essere ancora protagonisti. Il Frosinone ha giocatori forti, ma noi siamo concentrati su noi stessi allenandoci a 3mila allora. Il bello di questo gruppo è che nessuno ha mai pensato solo al suo orto e da quando questo è tornato ad essere la regola i risultati sono tornati a farsi vedere. Giocheremo con intelligenza. Ci sarà talmente tanto equilibrio che saranno i dettagli a fare la differenza»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy