Carpi, Calabro: ”Cattiveria maniacale, con lo Spezia per certificare il nostro lavoro”

Carpi, Calabro: ”Cattiveria maniacale, con lo Spezia per certificare il nostro lavoro”

Il brutto tonfo di Novara pare essere stato digerito dalla formazione biancorossa: mister Calabro prepara il suo Carpi per ritrovare subito il successo

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Il brutto tonfo di Novara pare essere stato digerito dalla formazione biancorossa che in settimana ha continuato a seguire le indicazioni di mister Antonio Calabro, con l’ordine di ritrovare un Carpi vincente. L’avversario di turno non è dei più semplici, ma statisticamente parlando i numeri sono a favore degli emiliani: «Abbiamo intrapreso una strada al rientro che ci ha portato a lavorare su determinati obiettivi. Questi – le parole del tecnico alla vigilia di Carpi-Spezia – non si sono visti a Novara, ma abbiamo continuato a ripeterci in settimana, per migliorarci a livello mentale. La squadra non era piaciuta a nessuno, a me per primo, ma in settimana le sensazioni sono state positive».

I dati parlano chiaro, il Carpi fatica a tirare in porta: «Con il Frosinone eravamo rimasti in 10 e la prestazione è comunque stata buona, con il pareggio nel finale. A Cittadella abbiamo avuto poche occasioni, ma potevamo chiuderla sul 2-0 con l’occasione di Carletti. Un dato che comunque va migliorato ed è quello su cui abbiamo lavorato».

Davanti ci sarà lo Spezia: «Ha sempre giocato con la stessa formazione, aggiungendo però degli innesti importanti. Ha subito 0 gol nelle ultime 5 gare e nelle stesse ha una media punti più alta di quella del palermo. La differenza? La farà la cattiveria maniacale, che come la metto io in ogni vigilia e partita, la voglio vedere anche nei ragazzi. Siamo avvelenati, servirà la testa per ottenere una vittoria per noi stessi, per dare certezze al nostro lavoro quotidiano»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy