Carpi, Calabro: ”Mercato minuzioso. Spezia? Occhio, sono ambiziosi”

Carpi, Calabro: ”Mercato minuzioso. Spezia? Occhio, sono ambiziosi”

La sosta Nazionale non ferma la Serie B che riprenderà questa sera con la seconda giornata. Il Carpi di mister Calabro scenderà in campo domani a La Spezia

La sosta Nazionale non ferma la Serie B che riprenderà questa sera con la seconda giornata. Il Carpi di mister Antonio Calabro scenderà in campo domani a La Spezia, contro i bianconeri padroni di casa, reduci da una stagione culminata con la prima fase dei playoff. Una squadra che punta alle prime 10 posizioni della cadetteria. Il Carpi tuttavia non manca di entusiasmo e le recenti uscite hanno messo in mostra quanto di buono possa fare il nuovo corso: «Ci siamo fatto una idea dello Spezia che ha perso la gara d’esordio ma ha avuto molte occasioni per riaprirla. Le loro ambizioni sono le stesse degli anni scorsi, qualcosa di importante. Vorrà fare una bella figura al debutto stagionale davanti al loro pubblico».

Nessuna anticipazione sulla formazione anti-Spezia: «Sono tutti disponibili, abbiamo fatto una panoramica sullo stato di forma e sicuramente porterò quasi tutti, anche solo per vivere l’ambiente, lo spogliatoio, la trasferta. I dubbi di formazione li ho sempre, fino alla fine. Siamo abituati a valutare ogni singolo aspetto, i dubbi ci possono solo fare bene».

Capitolo mercato: «Faccio i complimenti alla società a chi ha operato sul mercato. Sono stato minuziosi nella scelta, partendo da basi umane, caratteriali. Io mi interesso di quanto posso avere e vedere sul campo, sperando di poterlo migliorare. Integrarsi nel nostro gruppo non è certo semplice, i giocatori devono abituarsi all’intensità degli allenamenti. Tutto ciò sarà preso in considerazione e quindi c’è chi è più pronto rispetto ad altri. Manconi e Belloni? Credo che li utilizzerò come interni con capacità di saltare l’uomo e creare l’uno contro uno. Sono anelli che vanno ad integrare una catena già collaudata. Sono giocatori che riescono a muoversi sia sul reparto offensivo, sia a centrocampo. Quando le esigenze lo richiedono io sono solito mettere un attaccante a fare il centrocampista. Dipende ovviamente dalle esigenze della partita che può richiedere gente di gamba, di pressing o di qualità nel salto dell’uomo».

Mbakogu e Jelenic ancora in dubbio, ma la rosa è davvero fornita: «L’abbiamo valutato ad inizio settimana facendolo allenare a parte. Lo stesso vale per Jelenic e su di loro abbiamo qualche dubbio perchè hanno fatto una settimana altalenante. Un dubbio che scioglieremo alla fine. La nostra rosa è ampia, questo è vero, e tutti scalpiteranno per ritagliarsi il loro ruolo in campo. Gli stimoli vengono fuori soprattutto grazie alla competitività».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy