Carpi, Calabro: ”Non esaltiamoci, è merito del lavoro sul campo”

Carpi, Calabro: ”Non esaltiamoci, è merito del lavoro sul campo”

Le dichiarazioni di Antonio Calabro, tecnico del Carpi intervento a margine del successo interno allo Stadio Cabassi contro lo Spezia

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Le dichiarazioni di Antonio Calabro, tecnico del Carpi intervento a margine del successo interno allo Stadio Cabassi contro lo Spezia: «Che la settimana fosse stata tribolata è una cosa che avete avvertito voi, noi ci chiudiamo nello spogliatoio e come ogni settimana pretendiamo sempre il massimo a prescindere dall’ultimo risultato. Oggi la squadra ha dato delle risposte con una prestazione importante, ma come non abbiamo drammatizzato dopo la sconfitta di Novara non ci esaltiamo oggi anche se il risultato oggi ci sorride e da domani ripartiremo con la solita mentalità.

«Gli attaccanti mi sono piaciuti molto per come sono stati insieme, soprattutto dopo essersi sbloccati mentalmente hanno corso in fase difensiva e offensiva, hanno accorciato la squadra, si sono cercati e credo anche divertiti. Il modulo? Lascia il tempo che trova, dal momento in cui alzando dieci metri Pasciuti e abbassando Calapai diventa un 3-5-2, cambia poco».

Sullo Spezia: «Lo Spezia ha fatto la sua partita, noi siamo stati più bravi in alcuni frangenti a sfruttare le nostre caratteristiche con Melchiorri e Mbakogu nel due contro due con Giani e Terzi. Sapevamo che lasciavamo più spazio alla loro giocata sul mediano ma avremmo avuto il due contro due in fase offensiva»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy