Carpi, Calabro: ”Vittoria d’umiltà, mai peccare d’arroganza”

Carpi, Calabro: ”Vittoria d’umiltà, mai peccare d’arroganza”

Le dichiarazioni di Antonio Calabro, allenatore del Carpi, oggi trionfante sul campo dello Stadio Cabassi contro la Pro Vercelli

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Le dichiarazioni di Antonio Calabro, allenatore del Carpi, oggi trionfante sul campo dello Stadio Cabassi contro la Pro Vercelli: «Innanzitutto ringrazio la squadra che questa mattina ha spalato la neve e ci hanno permesso di giocare, la vittoria è anche merito loro. Detto ciò, stasera sono contento della prestazione e dell’organizzazione della squadra, di come abbiamo accompagnato l’azione e dello spirito messo dai ragazzi, contro una squadra che nelle ultime gare non aveva mai perso».

«Le caratteristiche del Carpi che in tanti anni hanno consentito di fare tanti punti sono quelle che si sintetizzano nell’umiltà, nel rispetto dell’avversario, a prescindere dalla sua classifica. Se avessimo peccato di arroganza avremmo perso queste caratteristiche che invece non possono mancare a prescindere se affrontiamo la prima o l’ultima. Abbiamo 44 punti e ne mancano  6 all’obiettivo salvezza che è quello principale».

Un Sabbione in posizione avanzata che ha giocato un’ottima partita: «Mi incuriosiva molto, perchè togliendo incombenze alla prima punta questa si è potuta muovere più liberamente. Il nome di Alessio, la sua caratteristica, poteva far sembrare ad una scelta difensiva, ma per come ha liberato gli altri ritengo abbia ottenuto l’effetto contrario»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy