Carpi, Caliumi: ”Non dobbiamo vincere la B, obiettivo 50 punti”

Carpi, Caliumi: ”Non dobbiamo vincere la B, obiettivo 50 punti”

Nessun dramma, il campionato è lungo e il Carpi può ancora stupire: è quanto possiamo dedurre dal pensiero del presidente Claudio Caliumi

Nessun dramma, il campionato è lungo e il Carpi può ancora stupire: è quanto possiamo dedurre dal pensiero del presidente Claudio Caliumi che oggi si è espresso sulle colonne del Resto del Carlino. La sua analisi è cominciata dalla sconfitta interna con il Foggia, la prima della stagione ufficiale: «Abbiamo pagato a caro prezzo un quarto d’ora di black out – ha dichiarato il numero uno biancorosso – Avevamo fatto un ottimo primo tempo, poi dopo l’1-1 la squadra si è disunita e quando siamo rimasti in dieci è diventato impossibile rimontare il Foggia. Loro sono stati perfetti per 45’, noi abbiamo sbagliato qualcosa. Ma non facciamo drammi». La vetta è sfuggita, ma il Carpi resta nelle posizioni più alte e punta a riprendersi già contro la Virtus Entella: «Sì, ma siamo ancora a settembre. L’obiettivo sono i 50 punti, non dobbiamo certo vincere il campionato. Ma lanciare qualche giovane e cercare di riformare un ciclo vincente per il futuro. Penso che siamo sulla buona strada». Tra questi giovani c’è il talentuoso Giancarlo Malcore che dopo un inizio di stagione col botto ha rimediato solo panchine: «Era accanto a me in panchina e l’ho visto molto tranquillo, lui sa bene quanto lo stimiamo. Le scelte le fa il mister che vede tutti i giorni i ragazzi in allenamento e sa cosa pretendere da ognuno. Nessuno in società ha mai interferito ed è giusto che Calabro gestisca tutto in autonomia. A Carpi conta più la squadra del singolo»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy