Carpi, Castori ancora non alza bandiera bianca: ”Ce la giochiamo”

Carpi, Castori ancora non alza bandiera bianca: ”Ce la giochiamo”

Numeri oggettivi e percentuale di possibilità estremamente bassa, ma Fabrizio Castori aspetta ad alzare bandiera bianca. Il Carpi dovrà giocarsela fino all’ultimo.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Numeri oggettivi e percentuale di possibilità estremamente bassa, ma Fabrizio Castori aspetta ad alzare bandiera bianca. Il Carpi dovrà giocarsela fino all’ultimo. «Io credo alla salvezza e ce la giochiamo, nulla è impossibile se ci si crede. I numeri sono oggettivi e sotto gli occhi di tutti, ma oggi non mi interessano. Ci sarà tempo per fare analisi e bilanci, adesso dobbiamo pensare solo alla partita di domani, in cui ci giochiamo la nostra vita calcistica e voglio credere alla salvezza prima di alzare bandiera bianca. Mustacchio ha recuperato. Pasciuti non ha niente di grave ma per questa stagione ha finito».

«Dobbiamo essere bravi in fase di possesso e non possesso. Non dobbiamo buttarci tutti in avanti come degli scriteriati e concedere troppo campo. Speriamo anche in una mano dalla buona sorte»;

Anche Stefano Bonacini ha parlato con la squadra: «Il patron ci crede come tutti noi ed è venuto al campo per confermare la vicinanza della Società, che ci crede come noi. È vero che le nostre percentuali si sono abbassate, ma dobbiamo essere concentrati solo sulla partita di domani e non pensare al passato».

Sull’avversario: «Il Livorno è una squadra forte, con giocatori di qualità ed esperienza che saranno spinti da uno stadio caldo. Tutti questi fattori  non ci devono spaventare ma anzi devono aumentare la nostra determinazione quando scenderemo in campo»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy