Carpi, Castori: ”Convinti della nostra forza. Cessione Machach? Aveva perso motivazioni”

Carpi, Castori: ”Convinti della nostra forza. Cessione Machach? Aveva perso motivazioni”

Le parole dell’allenatore del Carpi Fabrizio Castori alla vigilia dell’incontro di Serie B tra i biancorossi e il Cittadella. Il mister vuole riprendere un cammino positivo.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
castori-allenatore

Le parole dell’allenatore del Carpi Fabrizio Castori alla vigilia dell’incontro di Serie B tra i biancorossi e il Cittadella. Il mister vuole riprendere un cammino positivo. «La squadra arriva bene alla gara di domani perchè ha smaltito la delusione della sconfitta col Foggia. Una delusione solo per il risultato, perchè la prestazione ha rafforzato la nostra convinzione, si è lavorato con molta determinazione e c’è rabbia e voglia di cancellare la sconfitta immeritata col Foggia».

Situazione disponibilità: «Oltre allo squalificato Di Noia, mancheranno gli influenzati Concas, Pasciuti e Mbaye e Saric che ha un problema al ginocchio. I nuovi sono tutti utilizzabili, al netto della mancanza del ritmo partita, a parte Crociata che ne avrà ancora per una quindicina di giorni».

L’avversario: «Abbiamo massima stima del Cittadella, fanno grandi risultati con risorse economiche inferiori rispetto ad altri club e questo significa che ci sono grandi competenze. A me fanno simpatia realtà come loro e il Carpi che competono con grandi club. Reputo il direttore Marchetti uno dei migliori, sono un estimatore di questo calcio di provincia di cui mi sento anch’io un esponente, il Cittadella è un modello da seguire».

Sul mercato: «Machach? Non posso parlare male di lui, dopo i problemi iniziali l’abbiamo rimesso dentro e ha dato il suo contributo, è stato importante per la nostra ripresa. Poi sono emersi problemi di altro tipo, il ragazzo ha perso motivazioni e concentrazione, e col Napoli si è deciso di spostarlo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy