Carpi, Castori ”Gara insidiosa, Seck e Lasicki? Pronti al debutto”

Carpi, Castori ”Gara insidiosa, Seck e Lasicki? Pronti al debutto”

Dare continuità alla prova interna col Brescia è l’obiettivo del Carpi di Fabrizio Castori. L’allenatore è intervenuto oggi in conferenza stampa parlando della prossima sfida di Chiavari contro l’Entella

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Dare continuità alla prova interna col Brescia è l’obiettivo del Carpi di Fabrizio Castori. L’allenatore è intervenuto oggi in conferenza stampa parlando della prossima sfida di Chiavari contro l’Entella dove ritroverà il suo ex giocatore, Andrea Catellani: «Andrea è un ragazzo trasparente e per bene, qui si è comportato benissimo facendo la sua parte. poi per esigenze tattiche ha avuto meno spazio di quello che si aspettava. Il ragazzo non si discute ed il giocatore è forte. Non c’è alcun tipo di sfida.

Verso Chiavari – Una sfida importante contro una quadra forte, in un campo poco ospitale per chi ci va a giocare. Spesso noi ci alleniamo sul sintetico a Fiorano quindi pensiamo di potere fare il meglio anche sul sintetico di Chiavari. Loro hanno sicuramente dei giocatori forti, ci sono tutti i presupposti per una bella partita.

La vittoria di domenica scorsa ha alzato il morale, ma la sfida che ci attende sarà complicata, servirà la concentrazione oltre alla gamba ed alla velocità. L’Entella è una squadra che ha giocatori veloci e pericolosi ed il campo si presta al loro tipo di calcio. Ci saranno molti ribaltamenti di fronte. Ora è difficile aggiungere altro, solo il campo ci dirà chi avremo di fronte.

Da Chiavari a Pisa senza passare per Carpi – Ci fermeremo lì dopo la partita per altri 5 giorni quindi porteremo con noi tutta la squadra anche chi è in via di recupero. Rientreremo dopo Pisa. Sabbione Concas e Jelenic non credo che recupereranno in tempo, mentre per Romagnoli e Gagliolo si può ancora lavorare sul recupero. Giochiamo sabato, lunedì saremmo dovuti ripartire, quindi per comodità e per evitare viaggi inutili restiamo direttamente là.

Sui singoli, Seck e Lasicki sono pronti per l’esordio? – Si’ sono pronti, hanno appreso i meccanismi della squadra, sono giovani di prospettiva su cui nutro grande fiducia. Sono pronti per giocare. Jelenic è meno grave del previsto per fortuna, ma per domani non fa in tempo a recuperare

Sui portieri – Stanno bene entrambi, con qualche colpo, un intoppo, che è normale con il lavoro molto faticoso che facciamo. Avanti con Belec? Vediamo domani. Di Gaudio? Sta molto meglio, i minuti di domenica scorsa gli sono serviti per riprendere confidenza col campo. Lui e Fedato non sono molto diversi, anzi a livello tattico sono molto simili, bravi nell’uno contro uno, che amano giocare in quella zona, con propensione all’attacco.

Il modulo, ora avanti con il 4-4-2? – Su questo penso di si, ma questo dipende sempre da chi ho a disposizione. Affermazioni certe non ne faccio, ma anche dal mercato di gennaio si capisce che questa sia una strada che ci piace seguire».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy