Carpi, Castori ”Grande forza mentale, ora finiamo in crescendo”

Carpi, Castori ”Grande forza mentale, ora finiamo in crescendo”

Ha davvero poco di cui lamentarsi oggi Fabrizio Castori, il cui Carpi ha prima piegato e poi spezzato il Bari di Colantuono: la sua analisi nel post gara

Ha davvero poco di cui lamentarsi oggi Fabrizio Castori, il cui Carpi ha prima piegato e poi spezzato il Bari di Colantuono. La sua analisi nel post gara dello scontro diretto della Pasquetta: «Vittoria giusta ed il risultato ci va anche stretto, c’era un rigore netto su Concas e un fallo su Mbakogu. Abbiamo corso molto dando il nostro ritmo alla partita. Recupero giocatori importanti perchè abbiamo fatto partite senza 7/8 giocatori, una con addirittura 11 giocatori indisponibili – così il mister nel post partita – La condizione fisica è in crescendo e ci lascia ben sperare per il futuro, ora è importante non perdere altri giocatori. Mi permetto di segnalare anche il gol di Lasgana che era regolare. 

Un Bari spento, che coppia Lasagna-Mbakogu – Il Bari ha subito la nostra intensità e il nostro ritmo. Li abbiamo messi in condizione di non incidere sulla gara. Lasagna e Mbakogu protagonisti? La loro intesa può solo crescere. Jerry è stato fuori tanto tempo, oggi si è rivisto anche Totò. Questa squadra quando è al completo può fare davvero bene. La condizione fisica favorisce anche la forza mentale.  

Sul calendario, ancora 6 partite e molti scontri diretti – Le partite vanno giocate fino all’ultimo e il campionato si gioca fino all’ultimo. Fin quando la matematica ci lascerà degli spiragli, noi ci dovremo credere. Scontri diretti o no sono tutte partite difficili, l’importante è che non si faccia più male nessuno. Senza infortuni avremo modo anche di gestire il finale con un po’ di turnover. Di Gaudio? Chiaro che non ha i 90 minuti, ma le sue giocate soprattutto in questo momento, sono un qualcosa in più per la squadra.

A fine conferenza ci giungono anche le parole del direttore sportivo Giancarlo Romairone, che ci tiene a dedicare il successo ad un ex collega recentemente scomparso: «Voglio dedicare questa vittoria a Spartaco Landini, mio ex ds e collaboratore scomparso in settimana»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy