Carpi, Colombi: ”Vogliamo divertirci. Calabro? Si è imposto alla grande”

Carpi, Colombi: ”Vogliamo divertirci. Calabro? Si è imposto alla grande”

Grande protagonista delle prime tre giornate di campionato. Simone Colombi rappresenta al meglio l’anima del Carpi in questo momento d’oro che vede i biancorossi primi in classifica a punteggio pieno

Grande protagonista delle prime tre giornate di campionato. Simone Colombi rappresenta al meglio l’anima del Carpi in questo periodo d’oro che vede i biancorossi primi in classifica a punteggio pieno. Una cosa forse inaspettata?

«Non credo lo pensassimo, sono sincero. Sono andati via tante colonne del Carpi, è cambiato l’allenatore e quindi era tutto un punto di domanda. Il lavoro settimanale è però ottimo e noi siamo consapevoli delle nostre qualità. L’obiettivo resta quello dei 50 punti il prima possibile, sapendo che possiamo divertirci». Sono le parole del portiere emiliano ospite negli studi di Tv Qui per la trasmissione Sport Qui. Impossibile non commentare il momento d’oro dell’estremo difensore le cui parate hanno contribuito a mantenere inviolata la porta biancorossa nelle tre gare di Serie B: «Sono contento, ovvio che quando un portiere non prende gol non può che essere felice. L’importante è ottenere la vittoria, perchè le mie prestazioni se non vengono accompagnate da quelle dei miei compagni, non sarebbero così eclatanti. Vedo dei margini di miglioramento, sento la fiducia di tutti e anche a livello di portieri abbiamo creato un bel gruppo. Sotto la guida di Perrone si lavora sempre bene. Federico (Serraiocco ndr) è un ragazzo eccezionale e ci consigliamo a vicenda un sacco di cose».

Castori vs Calabro: quali differenze tra i due tecnici? «Castori l’ho conosciuto per un anno e mezzo, allenatore molto pratico che badava al sodo. Pur non giocando un bel calcio abbiamo ottenuto i risultati. Calabro si è imposto alla grande qui, è entrato in uno spogliatoio che aveva gente li da tanti anni. Ha dato però una bella impronta a livello tattico e mentale. Inserire 20 giocatori nuovi non è per niente facile e lui ci tiene davvero sul pezzo. Sono sicuro che da qui in avanti possiamo fare sempre meglio».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy