Carpi, l’attacco latita: 8 reti nel girone di ritorno

Carpi, l’attacco latita: 8 reti nel girone di ritorno

Il girone di ritorno del Carpi è iniziato nel peggiore dei modi, con un periodo di buio pesto culminato nella sconfitta per 3-0 contro il Benevento. Il problema? L’attacco

Il girone di ritorno del Carpi è iniziato nel peggiore dei modi, con un periodo di buio pesto culminato nella sconfitta per 3-0 contro il Benevento. Il problema? L’attacco. Un’analisi non troppo complicata, che i numeri del reparto offensivo biancorosso ci aiutano a comprendere. Sono infatti solamente 8 le reti realizzate nel girone di ritorno dalla squadra di Fabrizio Castori. Un attacco che latita nonostante il ritorno della coppia offensiva Lasagna-Mbakogu con il primo autore fin qui di 11 gol. Non sono un mistero nemmeno le tante occasioni create dalla formazione emiliana, che davanti sembra avere paura di segnare, concludendo così le gare con un triste e poco utile 0-0, come successo con Vicenza, Pisa, Perugia e Pro Vercelli, o peggio con una sconfitta nei minuti di recupero come ad Avellino.

Un Carpi che puntava al vertice della classifica, ma che con le squadre che ora comandano la graduatoria, si differenzia proprio per la presenza di un solo bomber. Il Verona può contare su un Pazzini da 21 reti, il Frosinone su Dionisi (15) e Ciofani (11), la Spal su Antenucci (14) e Zigoni (8). Come detto, il Carpi ha invece potuto fare affidamento sulle 11 firme di Lasagna, con il secondo goleador di squadra attualmente infortunato e fermo a 4 gol. E nel calcio se non segni non vinci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy