Carpi, mai così male: il Benevento passeggia 3-0

Carpi, mai così male: il Benevento passeggia 3-0

Non c’è niente da salvare nel Carpi della ventitreesima giornata: a Benevento i biancorossi perdono clamorosamente 3-0 e questa volta non ci sono scuse

MAI COSI’ MALE – Un primo tempo che definire orribile, forse è dire poco. Il Carpi non sembra essere sceso in campo ed il Benevento non ha difficoltà a gestire una partita che dovrebbe essere più complicata di quanto appare. I padroni di casa passano in vantaggio al 17esimo quando Vid Belec è costretto a rimediare ad un brutto ripiegamento difensivo travolgendo Ceravolo e concedendo il rigore. Ammonizione per il portiere, l’attaccante si porta sul dischetto e porta in vantaggio i suoi.  Di male in peggio, i biancorossi non si risollevano, anzi peggiorano nonostante qualche buona azione di Bifulco e Crimi. I campani superano le prove del raddoppio che arriva al 45esimo ancora con Ceravolo. Il Carpi deve cambiare totalmente atteggiamento nella ripresa. Intanto da Avellino arriva il primo gol di Andrea Catellani con la maglia della Virtus Entella.. sì proprio lui.

ENTRA FEDATO, NON CAMBIA LA MUSICA – Castori lo fa debuttare subito, e lo posiziona sulla corsia mancina di centrocampo, togliendo Crimi. Buono il suo approccio alla gara, si vede la voglia del giocatore di fare bene. Bene, ma non benissimo, come si suol dire. Alcune occasioni importanti, anche in concerto con Alfredo Bifulco, non accorciano il risultato, anzi. E’ proprio un errore di Fedato a concedere palla al Benevento che si porta sul 3-0 con Falco. Tutto troppo facile per la squadra di Baroni. Un incubo invece per Fabrizio Castori che inserisce anche Beretta per poli e Mbaye per Bianco. Non cambia nulla, il Carpi non ha mai giocato la partita e torna a casa con una sconfitta che fa riflettere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy