Carpi, meglio del Sassuolo nel 2013

Carpi, meglio del Sassuolo nel 2013

I neroverdi alla prima stagione in Serie A erano ultimi con 17 punti: il Carpi alla stessa giornata è penultimo con 19

Carpi - Sassuolo - Serie A

SI CHIUDE IL GIRONE DI FERRO – facilmente paragonabile ad un girone di Champions League. Fiorentina, Napoli e Roma, ma anche l’Inter qualche giornata più addietro. I biancorossi sono riusciti a strappare un solo punto (ai nerazzurri  in quel di San Siro) utile per la salvezza, compromettendo così l’obiettivo della stagione. Prevedibile, visto il calendario proibitivo che la Serie A ha posto di fronte ai ragazzi di Fabrizio Castori. Tuttavia il target salvezza non dipende solo dai punti del Carpi, ma anche da quelli lasciati per strada dalle concorrenti (vedi le genovesi, ma anche Palermo, Verona e Udinese).

LA SALVEZZA RESTA FATTIBILE – anche se complicata, e distante 6 lunghezze: «Finché non si raggiunge 40 punti nessuno può dirsi sicuro» diceva Matteo Mancosu in una recente intervista. Un retroscena che fa ben sperare però esiste, e si chiama Sassuolo. I neroverdi nella stagione 2013-2014 dopo 25 giornate erano in una situazione ben peggiore: 17 punti ed ultimo gradino della classifica, dietro Catania (19) e Livorno (20). Non c’è bisogno di ricordare quale di queste formazioni riuscì poi a festeggiare la salvezza (con il minimo di 34 punti). Lo stesso Sassuolo che oggi riesce a battere tutte le grandi di Serie A.

Lazio-Sassuolo: 25a giornata Serie A 2012/2013

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy