Carpi, ok in difesa, ma l’attacco non impensierisce: 0-0 a Cesena

Carpi, ok in difesa, ma l’attacco non impensierisce: 0-0 a Cesena

Il Carpi rischia davvero poco, ma non ne approfitta accontentandosi di un pareggio a reti bianche. Tegola Mbakogu, il ginocchio fa ancora male

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

BUON CARPI, AHIA MBAKOGU – Il Carpi dello Stadio Manuzzi non ci dispiace anche se non esalta. Gli undici di Antonio Calabro si schierano con un 4-4-1-1 con Fabio Concas alle spalle di Jerry Mbakogu. Botta e risposta, comincia Jallow al 3° segue Verna con un destro di prima intenzione ben respinto da Fulignati. Sabbione imita il collega centrocampista, ma il suo pallone è alto, mentre Mbakogu trasforma in oro il rinvio di Simone Colombi, immolandosi verso la porta avversaria senza poi trovare la porta con il colpo di esterno destro. L’episodio da segnalare è sicuramente quello dell’attaccante nigeriano che al 26esimo è costretto a lasciare il campo con il solito ginocchio dolorante. Al suo posto entra Saric – per un Carpi che non ha punte vere in campo – e proprio il numero 21 si divora il gol del vantaggio: l’errore del Cesena permette ai biancorossi di ripartire in attacco ed il velo di Concas lascia la sfera al solitario Saric a centro area. Grande la parata di Fulignati.

ENTRA MELCHIORRI, RISCHIO LARIBI – Il primo cambio del Cesena è questione di un minuto, tempo di toccare i primi palloni che Laribi subentra a Vita. Un fallo da ammonizione di Esposito su uno scatenato Pachonik regala il calcio di punizione al destro di Garritano. La sua conclusione al 53esimo si alza però molto sopra la traversa. Calabro attende il 76esimo per inserire Melchiorri al posto di Concas, consegnando al Carpi una vera punta. Gara difficile da guardare, il primo tiro dei padroni di casa arriva addirittura al 79esimo, con una bella incursione di Laribi su cui si impegna Colombi. Ancora Laribi all’80esimo controlla bene e dopo essersi girato verso la porta sfiora l’incrocio dei pali con una potente conclusione. Nel finale c’è praticamente solo il Cesena, che si affida ad un ottimo Laribi, ma senza dare il morso decisivo. Quattro minuti di recupero e definitivo 0-0.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy