Carpi, parla Caliumi ”Noi più forti della sfortuna”

Carpi, parla Caliumi ”Noi più forti della sfortuna”

Le parole del presidente del Carpi ad elogio della prestazione di Salerno valida per la quinta vittoria in trasferta della banda di Fabrizio Castori

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
Claudio Caliumi

Questa volta sono solo parole di elogio quelle espresse dal presidente del Carpi, Claudio Caliumi, intervenuto sulle colonne del Resto del Carlino: ad impressionare il numero uno biancorosso è stata la forza della squadra contro la sfortuna di quel sabato pomeriggio: «Ho visto il carattere dei tempi migliori, la voglia di vincere fino al novantesimo su un campo difficilissimo – ha dichiarato Caliumi – Sembrava un sabato stregato ad un certo punto: il ko di Struna, la febbre di Sabbione, il crack al ginocchio di Pasciuti e l’infortunio di Poli. Ma la squadra è stata più forte di tutto, dalla gara contro il Cittadella abbiamo ritrovato il vero Carpi».

Il vero Carpi con due nuovi protagonisti, ‘Cico’ e Bifulco: «A Cico ho fatto i complimenti di persona a fire partita, ma non avevo dubbi che se li sarebbe meritati. Sono tre mesi che si allena a mille, ha sofferto tanto. Ha sbagliato ed ha pagato, era doveroso da parte nostra dargli una seconda chance e lui si è fatto trovare pronto in una gara bellissima. Bifulco è invece un ragazzo con tanti margini di miglioramento. Ha solo 19 anni, ma la testa giusta per aspettare il suo turno. Qui a Carpi può fare il salto di qualità».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy