Carpi, Pasciuti: ”Partenza inaspettata, ma il mister tiene i piedi per terra”

Carpi, Pasciuti: ”Partenza inaspettata, ma il mister tiene i piedi per terra”

Il collegamento tra il Carpi del passato e quello del presente: Lorenzo Pasciuti rappresenta il gruppo del lavoro e del basso profilo. Quello anche vincente

Il collegamento tra il Carpi del passato e quello del presente: Lorenzo Pasciuti rappresenta il Carpi del lavoro e del basso profilo. Quello vincente in passato e tuttora trionfante e che adesso guarda tutti dall’alto in basso. Ma la Serie B è ancora lunga e la prossima avversaria pare godere di un notevole momento di forma: «La Cremonese ha fatto molti gol – ha dichiarato oggi in conferenza stampa – e la classifica parla per loro. Sono forti e hanno fatto un buon mercato puntando anche a giocatori esperti. Come sempre sarà una battaglia».

Ma la vera battaglia è forse con se stessi, per evitare di cavalcare troppo l’entusiasmo delle tre vittorie consecutive: «Ah ma il mister in questo è bravo, ci pensa lui a tenerci con i piedi ben saldi per terra – ha proseguito – Di certo non mi aspettavo una partenza del genere, ma sapevo che la società stava lavorando per ottenere da subito risultati di questo tipo. I cambiamenti spesso possono fare bene e forse alcune partenze hanno addirittura giovato il rinnovamento dell’ambiente».

Difatti lo spogliatoio ne è uscito comunque rinvigorito: «Si sta formando un bel gruppo – ha concluso Pasciuti – con tanti ragazzi che hanno fame e voglia di fare. L’importante è dare sempre il 100%.Anche se in un nuovo ruolo come quello di Lorenzoun ruolo che mi piace  perché tocco molti più palloni. Devo però abituarmici perché è la prima volta che ci gioco. L’infortunio è lontano, ora sto bene e voglio fare bene».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy