Carpi, Poli: ”Col Pescara mai pericolosi, questione di testa”

Carpi, Poli: ”Col Pescara mai pericolosi, questione di testa”

Ancora una volta è la mancata reazione nella ripresa a condannare il Carpi dello Stadio Cabassi: prova a darne una spiegazione il Capitano Fabrizio Poli

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Ancora una volta è la mancata reazione nella ripresa a condannare il Carpi dello Stadio Cabassi: prova a darne una spiegazione il Capitano Fabrizio Poli: «Ci è mancata la reazione e la cattiveria, un ingrediente tipico del nostro giocoNella ripresa forse c’è stato anche un calo fisico ma il discorso è soprattutto di testa. – le dichiarazioni del difensore biancorosso intervento a margine del match – Il fatto che siamo una squadra con molti giovani non deve essere un alibi perché il Pescara aveva due 99 in campo. E’ normale pagare qualcosa rispetto agli anni scorsi a livello di esperienza ma dobbiamo essere noi vecchi a dare quel qualcosa in più»

La giusta convinzione, poi il passare dei minuti lascia spazio al nervosismo: «Ci aspettavamo un secondo tempo diverso come atteggiamento. Siamo entrati in campo convinti di poter ribaltare la partita, poi col passare dei minuti subentra il nervosismo e questo è andato a vantaggio dell’avversario. Non siamo mai stati pericolosi».

«Sul gol siamo stati un po’ lenti a scivolare – ha proseguito il giocatore – abbiamo subito gol sulla classica azione offensiva di Zeman». E i gol subiti dal Carpi non sono molti, merito anche dell’assetto difensivo: «Personalmente mi piace molto giocare a tre in difesa, concediamo molto poco agli avversari e lo confermano le quattro gare senza subire gol. Dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo e i gol davanti arriveranno»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy