Carpi, Porcari “A volte serve uno schiaffo per reagire”

Carpi, Porcari “A volte serve uno schiaffo per reagire”

Intervenuto nella trasmissione Sport Qui della televisione ufficiale biancorossa, Filippo Porcari ha espresso il suo parere sulla salvezza del Carpi e sulla sua carriera

Carpi Sassuolo 1-3: Filippo Porcari

Non può che dirsi dispiaciuto per le ultime sconfitte: Filippo Porcari, tornato in biancorosso nel recente mercato invernale, è intervenuto ieri sera nella trasmissione “Sport Qui – Speciale Serie A” della televisione ufficiale del Carpi. Il centrocampista ha dato spazio alle recenti sconfitte in campionato, al prossimo turno contro il Genoa ed alla sua carriera in emilia:

Le recenti sconfitte, come ripartire?: «Siamo dispiaciuti per le ultime due sconfitte, sono arrivate perchè non le abbiamo affrontate col piglio giusto. Resta la fortuna di non avere inciso negativamente sulla classifica che è rimasta immutata. Non abbiamo guadagnato o perso nulla. E’ vero che non siamo scesi in campo da Carpi, cattivi e determinati, soprattutto nell’ultima col Chievo. Cercheremo il riscatto contro il Genoa a partire dalle situazioni di palla inattiva dove facciamo ancora fatica e contro Sassuolo e Chievo si è visto».

La salvezza: si corre sul Palermo?: «A volte abbiamo bisogno di uno schiaffo per reagire, infatti col Chievo li abbiamo messi in difficoltà dopo la rete, con Cofie, Zaccardo e Lasagna. Ripartiamo da quel Carpi, da quel momento di grande intensità. Non mi piace guardare alle altre squadre, dobbiamo fare la corsa su noi stessi. La salvezza sarebbe un altro miracolo. Anzi oserei dire che se non la raggiungessimo, sarebbe come cancellare quanto di buono fatto la stagione passata».

Il tuo ritorno: «Sono fiducioso per il futuro. Sono tornato perchè conosco la dedizione al lavoro che c’è qui e sono convinto che questo gruppo possa arrivare fino in fondo. Il clima sereno c’è ed il Carpi non può prescindere da questo. Non mi aspettavo la possibilità di tornare a Carpi così presto. Appena mi hanno chiamato, anche se era l’ultimo giorno, ho detto subito sì perché questa per me è una seconda casa. Anche se gioco poco so di essere una figura importante nello spogliatoio».

Contro il Genoa: «Il Genoa? Gioca bene, è un’ottima squadra. Gli ultimi risultati positivi hanno rivitalizzato la squadra, ma non ci deve essere storia: noi dovremo entrare in campo con la mentalità giusta, cercare di fare le cose che sappiamo e approcciare la gara col piglio giusto per portare a casa i tre punti».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy