Carpi-Salernitana 3-3: ai rigori è super Colombi, avanti i biancorossi

Carpi-Salernitana 3-3: ai rigori è super Colombi, avanti i biancorossi

Partita che ha dell’incredibile: allo Stadio Cabassi piovono gol e nemmeno i tempi supplementari bastano per decretare il passaggio. Il Carpi si impone ai rigori

SUBITO IN SALITA, PER MBAKOGU NON E’ SERATA – Lo decide Joseph Minala: il numero 17 della Salernitana fa subito centro con un colpo di testa da calcio d’angolo – battuto da Matteo Ricci – portando in vantaggio gli ospiti dopo neanche 2 minuti. Suo anche il primo cartellino giallo dell’incontro, per un match comunque non macchiato da interventi pericolosi. Il Carpi gioca di più, lasciando ai campani solo alcune opportunità in contropiede, che vengono tuttavia concretizzate. Il raddoppio è infatti costruito su una ripartenza, con un traversone dalla destra che diventa d’oro per Antonio Zito: il tocco ravvicinato supera Colombi per il 2-0 al 31esimo. I biancorossi non scompaiono, e si affidano ai muscoli di Nzola e Mbakogu per riportare l’equilibrio. Il gioco degli emiliani è vivace, ma non mancano gli errori di imprecisione. Due grosse occasioni avrebbero consentito di andare all’intervallo con più serenità: Jerry Mbakogu le ha sprecate entrambe, prima sparando alto un rigore in movimento – con portiere battuto – poi calciando troppo debolmente e centrale il pallone ricevuto a centro area. Da segnalare anche la parata miracolosa di Simone Colombi al 23esimo sul tiro degli ospiti deviato dalla barriera.

I CAMBI AZZECCATI – Sono Giancarlo Malcore e Fabio Concas: l’esterno numero 7 entra in campo subito nella ripresa al posto di Saric, mentre per Malcore bisogna attendere il 52esimo, con l’uscita di pachonic. La gara sembra essere calata nel ritmo, ed invece è il Carpi a mettere in mostra energie segrete, a fronte di una Salernitana che si limita a perdere tempo (il portiere Adamonis viene infatti ammonito). Mbakogu e Nzola lottano su ogni pallone ed i risultati delle loro combinazioni si fanno vedere: l’inserimento di Malcore in area viene fermato fallosamente dalla difesa ospite e l’arbitro Gavillucci indica il dischetto. Si presenta lo stesso Malcore che supera di potenza l’estremo difensore campano. Il 2-1 galvanizza l’ambiente e la formazione di Bollini comincia a cedere al nervosismo. Il gol del pareggio porta invece la firma di Fabio Concas che con un colpo di testa trova il perfetto pallonetto del 2-2. Fine dei tempi regolamentari, si va ai supplementari.

SBAGLIA PASCIUTI, NZOLA FA SOGNARE – Gara ricca di emozioni, sentimenti contrastanti: allo Stadio Cabassi Carpi e Salernitana scendono in campo per i supplementari che subito vengono scossi dall’errore di Lorenzo pasciuti. Il giocatore concede a Bocalon di immolarsi verso la porta di Simone Colombi e segnare il 2-3. E’ di rabbia invece il gol del pareggio di M’Bala Nzola. Azione splendida con il compagno Giancarlo Malcore, e tiro di potenza sotto la traversa. Cabassi in delirio, ma per decretare il passaggio del turno serviranno i calci di rigore.
Qui viene fuori la qualità di Simone Colombi, che respinge il primo penalty calciato da Rosina e successivamente quello di Bocalon. Nel Carpi errore di Jelenic, ma al quarto turno di Coppa ci vanno i biancorossi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy