Carpi, svegliarsi sul più bello: Serie A, un sogno da rimandare

Carpi, svegliarsi sul più bello: Serie A, un sogno da rimandare

Nulla da ridire sul Benevento, più cinico e guerrigliero: il Carpi comincia bene la gara del Vigorito, ma deve cedere il passo alla grinta dei campani

PUSCAS PUNISCE IL CARPI – Un inizio gara diverso da quello tra le mura amiche dello Stadio Cabassi: al Vigorito di Benevento il Carpi parte forte, nonostante il modulo con il solo Jerry Mbakogu in zona offensiva. E’ proprio il nigeriano a rendersi pericoloso nei primi minuti, con una conclusione al ° minuto di gioco che centra la porta, ma trova la presa salda del portiere. Si ripete in due successive occasioni, questa volta mancando di pochissimo lo specchio, in un doppio tentativo al 16esimo e 17esimo. Le energie sembrano però venire a mancare e dopo l’uscita dal campo di Struna, infortunato, i biancorossi calano troppo, mettendosi in completa difficoltà alla mezzora: Venuti dalla destra dell’area emiliana mette in mezzo un pallone che è oro per Puscas, abile nel superare un, fin lì perfetto, Vid Belec. Brutta mazzata per gli uomini di Castori che ora devono realizzare due reti per conquistare la seconda Serie A della sua storia. Il mister – il cui primo cambio si è concretizzato con l’ingresso di Sabbione – dovrà valutare qualche modifica all’assetto dei suoi 11.

NON C’E’ REAZIONE – Castori attende il 51esimo per inserire Kevin Lasagna e tentare il tutto per tutto per nel secondo tempo di Benevento-Carpi. In campo c’è però solamente il Benevento, che davanti riesce sempre a spaventare l’armata biancorossa. Mbakogu e Jelenic hanno modo di mettere in difficoltà le streghe che riescono però a deviare in angolo l’azione combinata. poco dopo anche Di Gaudio trova la conclusione, respinta nuovamente in corner da Cragno. Finiscono qui i tentativi degli emiliani, inutile anche l’inserimento di Fedato, in campo al posto di Lollo intorno al quarto d’ora della ripresa. Con una serie di quattro angoli ravvicinati si chiudono le speranze di Castori e del Carpi, che abbandonano il sogno della Serie A, svegliati dallo schiaffo del Benevento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy