Carpi, Zaccardo “Europei? Non sempre vince il più forte”

Carpi, Zaccardo “Europei? Non sempre vince il più forte”

La retrocessione con il Carpi non cancella la sua esperienza da campione del mondo: Zaccardo dice la sua sulle convocazioni di Conte e sulle possibilità di successo della Nazionale Italiana

Cristian Zaccardo

Cristian Zaccardo è da poco retrocesso in Serie B con il Carpi, ma la sua esperienza da campione del mondo rimane, e con gli imminenti Europei di Francia, il difensore ha commentato le convocazioni di Antonio Conte e le speranze di successo della Nazionale Italiana. Le parole di Zaccardo a Football Italia

Zaccardo: «Io avrei portato Giacomo Bonaventura all’Europeo. Lui è un giocatore versatile che può ricoprire diversi ruoli ed è reduce da una buona stagione. Ha il carattere giusto anche per le competizioni importanti come l’Europeo – ma non solo il milanista. Zaccardo avrebbe convocato anche un altro campione: non avrei escluso nemmeno Totti. Negli ultimi mesi è stato devastante e tutti abbiamo potuto osservare come il suo ingresso abbia cambiato le partite. Poteva essere una carta eccellente da giocare nell’ultima mezzora di gioco».

E sulle speranze di successo dell’Italia: «Se l’Italia può vincere? Può succedere, certo, perchè nel calcio ci possono essere tantissime sorprese, sia a livello nazionale, sia di club. Il Leicester ha vinto la Premier League quest’anno e noi abbiamo vinto il mondiale del 2006 partendo da sfavoriti. Sulla carta ci sono molte squadre favorite rispetto all’Italia, ma il calcio è bello anche perchè non sempre vince il più forte».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy