Concas ”Ho pensato di smettere, ma il Carpi non si lascia”

Concas ”Ho pensato di smettere, ma il Carpi non si lascia”

Tornato in campo nel mese di dicembre dopo la lunga squalifica di 2 anni, Fabio Concas ritrova anche i giornalisti, nella sua prima conferenza stampa della stagione

Tornato in campo nel mese di dicembre dopo la lunga squalifica di 2 anni, Fabio Concas ritrova anche i giornalisti, nella sua prima conferenza stampa della stagione. Il giocatore è rientrato ufficialmente nella rosa del Carpi il 14 dicembre, giocando la sua prima gara dell’anno il 17 dello stesso mese contro la Salernitana, vittoria dei biancorossi per 2-1.

«Ora mi sento bene, non mi aspettavo di entrare in campo subito contro la Salernitana, pensavo a qualche minuto nella parte finale di gara od anche di non giocare proprio, invece il mister un ora prima della partita mi ha detto che sarei sceso in campo subito. Inizialmente ero un po’ teso, poi mi sono lasciato andare ed è andata bene.

Il ritorno in biancorosso dopo due anni molto difficili – Non mi aspettavo la chiamata dal Carpi, visto la gravità di quello che è accaduto. Invece il direttore mi ha contattato, ci siamo incontrati e devo ringraziarlo per quanto fatto per me. Questi sono stati due anni duri, non si può nascondere. Ho fatto un po’ di tutto, e sì, ho anche pensato di fermarmi. Ma sentivo che ancora qualche anno volevo giocare e non potevo lasciare il calcio. Anche se ho vissuto una miriade di emozioni. Ho passato molto tempo con la famiglia ed anche da loro ho ricevuto la forza di continuare a lavorare per il rientro.

Squalifica che gli ha impedito di vivere il sogno del massimo campionato – La Serie A? Eh sì, mi è dispiaciuto tantissimo non giocarla, io ero allo stadio nella prima di Genova. Anche lì c’è stato un mix di emozioni per i ragazzi e per la sfida contro la Samp che è la mia squadra del cuore. Il Carpi ha fatto comunque una grandissima stagione. Loro con me non hanno mai cambiato atteggiamento ed anche per questo posso dire di trovarmi bene qua. In molti mi hanno detto ”Come sono passati veloci questi due anni” … già, per loro rispondevo io – racconta sorridendo Cico

Ora una nuova stagione in emilia, anche se come si dice da tempo, è svanito l’effetto ”sorpresa” – Questa stagione? E’ vero che gli avversari ora conoscono il nostro modo di giocare, ma è vero anche che il nostro modo di allenarci ci ha permesso di ottenere grandi risultati. possiamo ancora toglierci grandi soddisfazioni»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy