Concas, termina la squalifica “La fine di un incubo”

Concas, termina la squalifica “La fine di un incubo”

Termina oggi la squalifica di due anni che ha colpito il giocatore del Carpi, Fabio Concas: il centrocampista non vede l’ora di tornare in campo con i biancorossi

Sono stati due anni difficili per il centrocampista del Carpi, fuori dal campo per squalifica dopo essere risultato positivo al test antidoping: Fabio Concas da qualche mese si allena con i biancorossi, eventualità permessa dalla lega con l’avvicinarsi del termine della squalifica, dopo il benestare del Ds Giancarlo Romairone che aveva contattato direttamente il giocatore: “Lo tessereremo non appena le norme ci consentiranno di farlo e lavorerà come da regolamento fino al termine della sua squalifica – disse il Direttore Sportivo – Ha capito l’errore che ha fatto e per questo riporteremo a casa un ragazzo che ha dato tanto al Carpi.

“Devo ammetterlo, quando il direttore Romairone mi ha chiamato mi è venuta la pelle d’oca – ha poi risposto il giocatore – Io ci speravo visto i buoni rapporti con la società”

Ora Fabio può riprendere il suo percorso da professionista del pallone e in questa giornata (13 dicembre) alla fine di due lunghissimi anni lontano dallo stadio, ha deciso di affidare ai social network un messaggio per tutti i suoi tifosi:

 “Oggi e’ un giorno un po’ diverso è finito un incubo…volevo ringraziare tutta la mia famiglia e che mi è stata vicino in questi anni difficili…e anche un ringraziamento ai miei più cari amici che mi hanno fatto sentire la loro presenza anche quando non vedevo la fine di questo incubo….cico

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy