Empoli-Carpi, parla Calabro: “Partita diversa dalle altre; occorre la nostra miglior prestazione”

Empoli-Carpi, parla Calabro: “Partita diversa dalle altre; occorre la nostra miglior prestazione”

Il mister del Carpi ha parlato alla vigilia della trasferta di Empoli

di Luigi Magliano

Mister Calabro parla in conferenza stampa alla vigilia di Empoli-Carpi:

“Quella di Empoli sarà sicuramente una partita diversa; inutile negarlo, è una delle tante compagini costruite per la pronta risalita in serie A, con una società esigente che lo scorso anno era nella massima serie, con giocatori forti che stanno facendo soprattutto nel reparto avanzato qualcosa di straordinario, quindi è una partita dalle difficoltà sicuramente diverse.”

“Oltre ad avere uno dei migliori attacchi – dice il tecnico dei biancorossi – “l’Empoli ha una difesa che concede molto, i numeri dicono quello. Quando gli avversari esprimeranno il loro maggior potenziale offensivo noi dovremo essere pronti e preparati. Non solo i due attaccanti ma anche i due interni hanno del potenziale offensivo e quindi c’è da stare molto attenti perché abbiamo bisogno della nostra miglior prestazione per contrastare quelle che sono le loro peculiarità migliori, non ci si può nascondere davanti a giocatori del genere. I giocatori domani saranno davanti a un test importante e sono sicuro che avranno voglia e soprattutto capacità di dimostrare che davanti a un buon attacco ci sarà una buon reparto difensivo.”

Sui dati riguardanti i gol nei primi tempi, Calabro risponde: “Nei primi quindici minuti abbiamo meno del 30% di gol subìti e oltre quasi il 50% di gol realizzati, quindi dobbiamo lavorare sul mantenere la fase realizzativa e diminuire quella subìta; nella seconda parte del primo tempo, soprattutto nell’ultima parte della prima frazione, subiamo meno gol ma soprattutto realizziamo di meno. L’approccio alla partita c’è ma bisogna mantenere l’equilibrio, soprattutto dopo che abbiamo segnato.”

Su Jelenic e Bittante: “Erano i titolari designati sugli esterni, ma chi li sta sostituendo sta facendo molto bene, la squadra sta assumendo una sua fisionomia e quando rientreranno ne saranno agevolati.”

Su Lollo e Romagnoli, invece, il mister risponde: “Colgo l’occasione per salutarli, ho avuto l’occasione di conoscerli in ritiro dove si sono dimostrati ragazzi eccezionali oltre che grandi giocatori e professionisti esemplari.”

“Tra gli acciaccati non recuperiamo nessuno” conclude Calabro “partiamo in 22 visto che anche Prezioso è rientrato ma deve recuperare la miglior forma fisica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy