Gianni Mura sul Carpi: “D’accordo con i GDL”

Gianni Mura sul Carpi: “D’accordo con i GDL”

L’intervista a Gianni Mura è stata rilasciata al quotidiano Repubblica e ripresa dal settimanale Voce di Carpi.

“Egregi signori Stefano Bonacini, Claudio Caliumi, Roberto Marani e Sean Sogliano, massimi dirigenti i primi tre, direttore sportivo il quarto, vi ritengo responsabili di aver mandato al macello una delle poche belle storie della serie A licenziando Castori, allenatore del Carpi.

Il mio voto è 2, dividetelo tra di voi come vi pare.

Il licenziamento di Castori, primo artefice della A del Carpi, alla faccia di Lotito e degli interessi dei grandi club, uno più diplomatico di me lo definirebbe intempestivo.

Per me è un gesto stupido e cattivo, i due aggettivi (bête et méchant) che definivano un giornale francese, guarda caso Harakiri, poi diventato Charlie Hebdo.

Per quanto poco diplomatico, spiego i due aggettivi.

È un gesto cattivo perché non contiene un minimo di riconoscenza. È un gesto stupido perché sproporzionato.

È vero, il Carpi aveva 2 punti, ma nelle prime sei partite aveva incontrato solo squadre che stanno nella parte sinistra della classifica.

Aveva perso (immeritatamente) con Inter e Fiorentina, aveva pareggiato con Palermo e Napoli, aveva perso beccandone cinque da Samp e Roma.

O voi siete convinti di aver messo in mano a Castori uno squadrone, ma non credo, oppure tanto valeva, passato il Torino, lasciare che si misurasse con squadre più o meno della stessa fascia: Atalanta, Bologna, Frosinone, Verona, questo dice il calendario.

Sul perché non l’abbiate fatto si possono avere pensieri veramente cattivi, quasi perfidi, ma non li rendo pubblici.

Sono d’accordo con il comunicato emesso dai tifosi del gruppo Guidati dal Lambrusco.

Purché siano pacifici (i tifosi) e scuro e fresco (il Lambrusco).

E non cambio idea né voto dopo la vittoria del Carpi sul Torino”.

Immagine Wikipedia.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy