Jelenic in cattedra, poi l’autorete di Brosco: Carpi-Cesena 2-1

Jelenic in cattedra, poi l’autorete di Brosco: Carpi-Cesena 2-1

Il Carpi ritrova la vittoria e lo fa in casa sua nel derby emiliano contro il Cesena: super Enej Jelenic che firma il successo con una doppietta

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

FA TUTTO JELENIC – Gol e ammonizione, è il giocatore ex Livorno a firmare il primo tempo di Carpi-Cesena: non c’è tempo per ragionare, la prima azione biancorossa si sviluppa sulla sinistra, porta palla rasoterra a centro area dove Nzola lascia scorrere per il destro vincente di Enej Jelenic.  1-0 dopo tre minuti di gioco ed entusiasmo alle stelle per lo Stadio Cabassi. Doveroso un cenno a Fabrizio Castori, ritornato a Carpi nelle vesti di avversario, salutato dalla curva Bertesi-Siligardi con uno striscione. La gara è più divertente del solito e davanti la coppia Mbakogu-Nzola fa sorridere mister Calabro. I numeri e la forza del nigeriano consentono ai biancorossi di muoversi in superiorità numerica nella trequarti avversaria ed è proprio un suo affondo a portare al raddoppio: dalla sinistra Jerry supera – anche con un po’ di fortuna – un paio di avversari e mette la sfera a centro area. Questa volta Nzola tenta la conclusione, mancando però il pallone. Non lo manca invece Jelenic che firma così la sua prima doppietta personale con la casacca del Carpi. 2-0 che si trascina fino all’intervallo, fra qualche tentativo, timido, del Cesena ed ulteriori cariche offensive dei padroni di casa.

Non cambia il copione nella ripresa, il Carpi gioca meglio, il Cesena quasi non sembra essere sceso in campo. La seconda frazione inizia però con un problema muscolare per Pasciuti che è costretto a lasciare il campo dopo solo quattro minuti di gioco. Al su posto Dario Saric, che subito entra in partita nonostante il riscaldamento frettoloso. proprio Saric si ritrova fra i piedi il pallone del possibile 3-0, quando il suo aggancio a centrocampo ferma nel migliore dei modi il pallone, ma il suo allungo per il contropiede è meno preciso e l’azione sfuma. Diminuisce l’aggressività del Carpi, aumenta invece quella del Cesena che nel finale passa ad un offensivo modulo con quattro attaccanti, ma deve fare i conti con la difesa biancorossa. Calabro inserisce Carletti per Nzola e Brosco per l’applaudito Jelenic. Lunghi i 5 minuti di recupero e qualche crepa nella retroguardia di casa si fa sentire. Il neo entrato Brosco non è impeccabile e nel tentativo di respingere la palla di testa supera il suo stesso portiere. Autorete per il 2-1 che galvanizza gli ospiti ma che resta fino al triplice fischio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy