La vigilia di Calabro: “Qui senza presunzione, a Carpi lascio comunque un pezzo di cuore”

La vigilia di Calabro: “Qui senza presunzione, a Carpi lascio comunque un pezzo di cuore”

Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Carpi, Antonio Calabro, alla vigilia dell’ultimo incontro di campionato sul campo del Bari

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
antonio-calabro-cabassi-carpi-cittadella-serieb

Queste le dichiarazioni dell’allenatore del Carpi, Antonio Calabro, alla vigilia dell’ultimo incontro di campionato sul campo del Bari. Senza più obiettivi stagionali, la squadra rischia di giocare senza stimoli?: «Gli stimoli ce li dà la sfida con una grande squadra – ha risposto il tecnico – costruita per vincere il campionato, in una partita che si giocherà in un palcoscenico importante davanti a tanta gente. E’ l’ultima partita del campionato e i ragazzi hanno voglia di chiudere bene».

A chiusura di stagione, Calabro fa un bilancio del suo operato: «A inizio stagione non si sapeva cosa ci poteva aspettare. Personalmente venivo da tre campionati vinti e un play-off di Serie C da rivelazione ma non sono così presuntuoso da aver pensato di poter vincere o fare un risultato prestigioso oltre le aspettative. Ho cercato di raggiungere gli obiettivi che mi ha dato la Società, entrare in sintonia con lo staff tecnico e pensare partita dopo partita, perchè la Serie B è un campionato subdolo: ti affascina, ti attrae, poi ti risucchia. Ogni settimana devi pensare a fare punti per non arrivare con l’acqua alla gola alla fine: le aspettative erano quelle e sono state ampiamente rispettate»;

Rimpianti?: «Solo di non aver potuto contare sempre su Mbakogu insieme a Melchiorri e il non essere stato tanto apprezzato dai tifosi come mi è successo in passato per la mia grinta e il mio carattere, ma li ringrazio perchè sono stato accolto benissimo. Non era facile prendere l’eredità di mister Castori, era un anno difficile. A Carpi lascerò comunque un pezzetto di cuore»;

E’ la prima ed ultima stagione di mister Calabro sulla panchina biancorossa?: «Quando finisce un campionato si fanno delle valutazioni, ma a prescindere se sarà l’ultima per me o no col Carpi ringrazio la Società per l’opportunità che mi ha dato e lo staff tecnico che mi è sempre stato vicino. Sono contento di aver portato a casa il risultato che la Società mi aveva chiesto a inizio stagione. L’abbiamo fatto senza mai andare in sofferenza e mettendo in mostra tanti giovani»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy