Malcore, gol e sregolatezza e Calabro lo stuzzica: ”Deve migliorare ancora”

Malcore, gol e sregolatezza e Calabro lo stuzzica: ”Deve migliorare ancora”

Giancarlo Malcore senza timore: dalla Serie D alla Serie B, l’attaccante del Carpi sta mettendo in mostra le sue qualità. Ma non è abbastanza, Calabro vuole di più

I gol brutti non sono proprio il suo forte. Nemmeno quelli di passaggio a dire il vero. Giancarlo Malcore si è già rivelato più volte decisivo, alla faccia di chi rimpiange ancora i senatori delle scorse stagioni. ”Genio e sregolatezza” si diceva, quando guardando giocatori come Antonio Cassano o Mario Balotelli si rimaneva ammaliati dalle giocate sul terreno erboso e spesso infuriati per le meno educate uscite fuori dal calcio giocato. Nulla a che vedere con il numero 9 biancorosso – almeno per quanto riguarda questo lato da bad boy – che al suo genio (date un occhio ai suoi gol e provate a contraddirlo) accompagna però ancora qualche mancanza tattica. Spiegabile e giustificabile, «L’anno scorso era in Serie D e quest’anno sta facendo un campionato incredibile» ha infatti spiegato il suo allenatore.

Antonio Calabro non vuole infatti esaltare troppo l’ex Manfredonia e lo stuzzica chiedendo ancora maggiore impegno. La prova? Due panchine consecutive nelle ultime due giornate: «Fa molto bene ma credo possa fare ancora di più. Deve migliorare, altrimenti sarò costretto ad utilizzarlo a sprazzi. Ma è normale che sia in fase di crescita, l’anno scorso giocava in Serie D e sta dimostrando più di quanto ci aspettavamo».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy