Pruzzo: “Carpi non può permettersi spese come il Leicester”

Pruzzo: “Carpi non può permettersi spese come il Leicester”

Roberto Pruzzo discute dei diritti televisivi che sfavoriscono squadre come Carpi e Frosinone.

di Redazione CCN, @CarpiCalcioNews
Roberto Pruzzo

Una discussione importante, anche se conclusa nell’arco di poche parole, quella introdotta da Roberto Pruzzo, ex attaccante di Genoa e Roma, intervenuto nel programma radiofonico di Radio Radio, in cui si argomentava la differenza tra il calcio inglese e quello italiano. Oltre alla differenza ormai conosciuta degli stadi, che in Inghilterra favoriscono una maggiore visione e partecipazione al calcio dello spettatore, Pruzzo è intervenuto nel caso dei diritti televisivi, citando Carpi e Frosinone come esempi (purtroppo) negativi:

ROBERTO PRUZZO

Una squadra come lo Stoke City può permettersi un giocatore da 20 milioni di euro all’anno, così come anche il Leicester City se volesse. Questo significa che il problema degli stadi è presente ma è comunque il minore, in quanto il vero problema è la diversa ridistribuzione dei diritti televisivi. Squadre italiane come Carpi e Frosinone non possono permettersi spese di questo genere ed è per questo che non avremo mai un campionato competitivo“.

Una frecciata molto seria, che ci consente di ragionare sulla questione dei diritti televisivi, che più che mai in Italia favoriscono le televisioni e le grandi squadre, togliendo possibilità economiche alle formazioni minori.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy