Punge Ardemagni, rimedia Lasagna: Carpi-Avellino 1-1

Punge Ardemagni, rimedia Lasagna: Carpi-Avellino 1-1

L’ex biancorosso porta in vantaggio i campani con un calcio di rigore: pochi istanti dopo Kevin Lasagna pareggia i conti: Carpi all’assalto nel finale ma la porta è stregata

MURO AVELLINO – Da interpretare il modulo del Carpi, senza l’apporto di Lollo e con un trequartista, Crimi, che funge più che altro da quinto centrocampista. Baricentro abbastanza basso per i biancorossi che non mancano però di rendersi pericolosi con lanci lunghi per Lasagna, e, dietro, buone coperture da parte di Mbaye e Romagnoli. Gli emiliani si alzano intorno alla mezzora, alla ricerca del vantaggio che possa chiudere il primo tempo. Crimi e Pasciuti dialogano spesso e bene sulla destra. Proprio Lorenzo, insieme a KL15, sono protagonisti delle migliori occasioni della gara. Ammonito al 21esimo Marco Crimi per una simulazione in area di rigore, l’ex Bologna chiedeva il tiro dal dischetto.

ERRORE SABBIONE, LASAGNA RISOLVE – Si accende tutto al 45esimo: Carpi che parte in quarta, ma viene colpito in contropiede dopo un errore in fase di copertura. Sabbione in scivolata stende Ardemagni e l’arbitro non ha dubbi: ammonizione per il difensore e rigore per i campani. Proprio l’ex biancorosso si posiziona sul dischetto e spiazza Colombi per il vantaggio ospite. Una situazione a dir poco effimera, perchè solamente due minuti dopo è Kevin Lasagna a riportare l’equilibrio: l’azione cominciata con un calcio di punizione si conclude con il sinistro in area di KL15. I campani spostano in avanti il loro baricentro, mentre Castori sceglie di sostituire Crimi (ammonito e diffidato, salterà Bari) con Alfredo Bifulco. E’ proprio il subentrato con il numero 14 a sfiorare il vantaggio, con un diagonale su supera Radunovic ma non trova lo specchio della porta. Il Carpi si affida alla velocità di Di Gaudio, il più pericoloso, atterrato due volte in area, e per entrambe le volte senza ricevere il rigore. L’Avellino, subisce il pressing biancorosso e, innervosito, si fa espellere il difensore Migliorini, che riceve il suo secondo cartellino giallo all’80esimo. Ultimi 10 minuti in vantaggio numerico, Castori decide di lanciare l’ex Gianmario Comi, al posto di Sabbione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy