Salvezza Carpi: gli errori arbitrali sono costati 12 punti

Salvezza Carpi: gli errori arbitrali sono costati 12 punti

L’obiettivo salvezza rischia di incrinarsi per colpa di errori arbitrali troppo frequenti

Napoli Carpi

Non sembrano bastare gli arbitri addizionali per impedire al direttore di gara di compiere scelte errate. Il quartetto della direzione si è trasformato in un gruppo di sei uomini, comprendenti i cosiddetti arbitri di porta che hanno il compito di verificare l’ingresso del pallone in rete oltre che informare l’arbitro di eventuali irregolarità. Sei arbitri che finora non sono stati d’aiuto al Carpi che nella lotta salvezza deve contare non solo sulle proprie forze, ma anche sulla fortuna. L’ultimo episodio si avvale del fischietto di Gavillucci che in Torino-Carpi concede un rigore inesistente ai granata e manca di segnalarne uno corretto in favore dei biancorossi (fallo su Di Gaudio). Il Resto del Carlino ha proposto la lista delle partite del Carpi in Serie A che sono state viziate da errori arbitrali:

  • Carpi-Inter 1-2: al 9° minuto Matos anticipa Murillo in area ma viene abbattuto dallo stesso. Massa assegna il corner;
  • Palermo-Carpi 2-2: Gabriel Silva non riesce ad impedire il goal del pareggio (2-2) del Palermo, perchè subisce una spinta irregolare da parte di Trajkovski;
  • Carpi-Fiorentina 0-1: Bernardeschi ferma con la mano un tiro di Bubnjic indirizzato in porta. In quella partita Sogliano impose il silenzio stampa;
  • Carpi-Bologna 1-2: il pareggio per 1-1 di Gastaldello era irregolare perchè il suo pallone era precedentemente uscito trattandosi così in realtà di rimessa dal fondo;
  • Carpi-Verona 0-0: all’83esimo il Carpi si vede negare un rigore quando Pisano interviene con la pianta del piede su Matos. Il giocatore mostrerà poi gli evidenti segni del fallo con una foto sui social network;
  • Lazio-Carpi 0-0: goal di Zaccardo annullato per fuorigioco. Il difensore in realtà era tenuto in gioco da Onazi;
  • Inter-Carpi 1-1: goal di Mbakogu annullato per un fallo inesistente di Mancosu su Murillo nell’azione. In seguito ancora Murillo blocca in area con il braccio un tiro di Bianco;
  • Napoli-Carpi 1-0: incredibile il secondo cartellino giallo per Bianco. Il fallo fu commesso da Zaccardo e comunque non era meritevole di una ammonizione;
  • Carpi-Roma 1-3: il contrasto Mancosu-Manolas in area per l’arbitro è rigore ed indica il dischetto, ma l’arbitro di porta gli fa cambiare idea proponendo l’ammonizione per simulazione.

Considerando le sviste arbitrali in questi incontri, possiamo affermare che senza di essi il Carpi avrebbe potuto beneficiare di una decina (forse anche 12) di punti in più, posizionandosi così a 30/32 punti, cioè a metà dell’attuale classifica (11esimo/12esimo gradino).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy