Sogno Lasagna, incubo Zarate: vince la Fiorentina

Sogno Lasagna, incubo Zarate: vince la Fiorentina

Si chiude la striscia positiva del Carpi: il 2-1 per i viola arriva al 93esimo con una magia di Zarate

Fiorentina Carpi

SUBITO UNA SBERLA

I primi 45 minuti di gioco sono stati decisi nei primi 60 secondi. Un goal di Borja Valero pochi istanti dopo l’inizio, ha spezzato le gambe ad un Carpi poco cattivo, lontano da quell’atteggiamento “indiavolato” chiamato da Castori alla vigilia. Si aggiungono la pioggia ed il vento, ad impedire agli ospiti di raggiungere la metà campo avversaria. I viola non insistono più di tano, ma sfiorano il raddoppio in un paio di occasioni. Due tentativi clamorosi anche per Mancosu (che spara in bocca a Tatarusanu) e Lollo (che di testa da posizione ottimale spedisce il pallone fuori). Partita non brillante, ed il podio del protagonista della prima frazione se lo guadagna il meteo.

IL PIATTO FORTE

Campo a parte, non sembra cambiare nulla nella ripresa. Ancora una volta è la Fiorentina a decidere quale ritmo dare alla gara, con un possesso palla estremo. Il Carpi si limita ad aspettare, tentando il lancio lungo verso Mancosu e Mbakogu, quasi sempre colti in fuorigioco. L’ex Bologna non è incisivo, e la difesa viola compie bene il suo dovere. Castori sa come dare una svolta alla gara, ed inizia il progetto con il cambio Cofie-Bianco. Il primo non è in forma già da Palermo, mentre il secondo al contrario è in grado di incidere. Sale il nervosismo, così come i cartellini ( 7 gialli ed il rosso a Paulo Sousa, che ci impiega troppo tempo a lasciare il campo protestando contro il quarto uomo).

Fiorentina Carpi Lasagna
Fiorentina-Carpi: esultanaza al goal di Lasagna

Lasagna e Di Gaudio sono gli ultimi cambi degli ospiti. Più che azzeccati, perchè proprio Kevin regala il pareggio inaspettato al Carpi, su assist di Totò. Una botta di vita, che impregna di nuove energie i biancorossi. Si trasforma in una lotta per mantenere il pareggio, con qualche attimo di paura e qualche occasione sprecata. Eppure, quando tutto sembra concluso, quei 5 minuti di recupero diventano l’arma in più dei viola: Zarate trova un colpo da biliardo perfetto, un tiro a giro su cui Belec non può nulla. Termina 2-1.

Fiorentina Carpi Zarate
Fiorentina-Carpi: esultanza al goal di Zarate

La prossima sarà Napoli-Carpi, sperando che la Juventus continui la sua striscia vittoriosa contro il Frosinone

LEGGI LA CRONACA DELLA PARTITA – TABELLINO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy