Tripudio biancorosso al Cabassi: Coulibaly fa sognare il Carpi. Spezia battuto 3-2

Tripudio biancorosso al Cabassi: Coulibaly fa sognare il Carpi. Spezia battuto 3-2

Il gol di Coulibaly nel recupero del secondo tempo regala al Carpi una vittoria tanto agognata quanto meritata. Illusione Spezia che dal vantaggio per 2-1 esce sconfitto per 3-2 dallo Stadio Cabassi.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
marsura-coulibaly-carpi

PISCITELLA-MUSTACCHIO. IL CARPI VOLA SULLE CORSIE – Anche se con meno sicurezza in zona difensiva, la gara contro lo Spezia ricorda quella del weekend precedente contro il perugia. Il Carpi gioca bene rendendosi subito pericoloso quando Mustacchio nei primi 60 secondi trova una conclusione al volo dal lato destro dell’area avversaria mancando di poco lo specchio della porta. Sono le corsie biancorosse a dare dinamismo alla manovra di Castori, ma non mancano le difficoltà in difesa, che rischiano di dare spazio agli uomini offensivi degli ospiti. Galabinov colpisce il palo, Gyasi riesce anche a segnare, ma in posizione nettamente irregolare. Lo spavento serve al Carpi per mettere ancora più grinta: una bella azione di Piscitella – uno dei migliori del primo tempo – porta lo stesso al cross dalla sinistra. Il pallone viene spizzicato di testa da Vitale, raggiungendo così i piedi di Mustacchio piazzato sul secondo palo. Facile il gol dell’1-0. E lo stesso Mustacchio rischia di ripetersi poco dopo, con un tiro cross che colpisce il palo alla sinistra di Lamanna.

RIBALTONE SPEZIA, MARSURA LIMITA I DANNI – Il match si ribalta completamente, sia nel risultato che nei ruoli. Nella ripresa è lo Spezia a fare la partita mettendo in seria difficoltà la difesa biancorossa, già non troppo sicura nel primo tempo. In pochi minuti i liguri riescono a segnare la rete del pareggio con Gyasi, portandosi anche sul 2-1 al 72esimo. Okereke, subentrato a Galabinov, firma il sorpasso ospite. I biancorossi cominciano così a peccare in precisione, sia nei passaggi sulla trequarti, sia nei disimpegni difensivi. Castori si gioca le carte Marsura, Jelenic e Arrighini, azzeccando probabilmente tutte le mosse. Il gol del 2-2 arriva infatti dall’attaccante ex Venezia che in area riesce ad insaccare sotto la traversa da pochi passi. Bene anche Jelenic, che rende pericoloso ogni cross dalla destra. Meno appariscente Arrighini che tuttavia fa salire bene la squadra attaccando anche il possesso palla del portiere.

COULIBALY FA ESPLODERE IL CABASSI – Gara che sembra orientata verso il pareggio, ma l’arbitro assegna 5 minuti di recupero dando così spazio ad ogni possibile scenario. Quello che si sviluppa è forse il meno atteso, ma sicuramente il più esplosivo. Il pubblico non può fare altro che alzarsi in piedi quando al 91esimo Coulibaly pesca il jolly dai 20 metri provando una conclusione di potenza che non lascia scampo a Lamanna. Il 3-2 fa alzare tutta la panchina biancorossa, che al triplice fischio del direttore Aureliano si riversa in campo per esultare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy