Lo dice Sannino: “Questa vittoria è di Castori”

Lo dice Sannino: “Questa vittoria è di Castori”

Ci pensa subito Giuseppe Sannino a ricordare di chi sia questa vittoria. Già, perchè gli 11 uomini scesi in campo con i colori biancorossi sono gli stessi che Fabrizio Castori faceva giocare quando toccava ancora a lui prendere le decisioni. Con le dovute eccezioni certo (vedi l’ingresso di Martinho). Sannino ha fatto quello che era giusto fare, prendendo una squadra che stava già facendo bene (o meglio, il massimo) e portandola in campo senza stravolgerla, ma aggiungendo i giusti dettagli per fare ancora meglio. D’altronde dopo solo 3 giorni di lavoro non era possibile apportare grossi cambiamenti. Ma questo anche perchè grossi cambiamenti non sono necessari, in una squadra che è riuscita a far male ad Inter, Fiorentina (prime due in classifica) e Napoli. Sannino ne è a conoscenza, e l’unica avvertenza che ha imposto alla squadra è di rimanere con i piedi per terra. Perchè ci sarà da soffrire in tutte le partite e la resistenza di tutti i giocatori potrà fare la differenza. Resta però il dubbio: cosa avrebbe segnalato il tabellino finale se a sbraitare in panchina ci fosse stato ancora mister Castori?. Non ci rimane che reagire come la curva biancorossa durante la partita: il ricordo di Fabrizio nello striscione iniziale, e la carica per il nuovo tecnico nello striscione seguente (“Avanti con Sannino“).

Sannino

Simone Giovanelli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy