ESCLUSIVA CCN-Intervista Toronews “Carpi col coltello fra i denti”

ESCLUSIVA CCN-Intervista Toronews “Carpi col coltello fra i denti”

Abbiamo intervistato in esclusiva il direttore dei partner GazzaNet di ToroNews

Carpi-Torino 2-1

A poche ore dall’importantissimo match Torino-Carpi, abbiamo deciso di intervistare in esclusiva il direttore del partner GazzaNet, ToroNews, Manolo Chirico. Cosa ne pensa Manolo della sfida dell’Olimpico?

«Penso che la vittoria di Palermo non debba rimanere nella testa di chi va in campo, per non perdere la concentrazione e restare sul pezzo. Non sarà una gara complicata per il peso specifico dell’avversario, con tutto il rispetto, ma il Carpi giocherà con la mente sgombra e con la voglia di far bene e credo proprio che chi ha più da perdere è il Torino».

Cosa deve temere il Carpi e cosa deve temere il Torino?: «Se il torino gioca come sa, il Carpi deve temerlo come squadra, perché è davvero competitiva. Forse alcuni giovani non riusciranno a leggere la partita dai primi minuti, e questo può essere un difetto. Ma se il Toro gioca come sa fare, il Carpi deve temere tutti i giocatori. Il Toro, dall’altro lato, più che del Carpi non deve avere paura di se stesso, perché le partite sulla carta semplici, se sottovalutate, si rivelano un tallone d’achille. Se dovessi fare il nome di un giocatore del Carpi che può mettere in difficoltà il Torino, mi sento di dire Mbakogu che al momento vedo in forma e che vuole dimostrare di poter giocare in Serie A».

Il Carpi è cambiato molto dalla vittoria dell’andata. E’ cambiato anche il Torino?: «Nel Torino c’è un Immobile in più. E’ un giocatore che vuole essere leader in campo con i fatti. Lui non cambia tutto perchè sarebbe ingeneroso dirlo, il Torino c’era e c’è ancora, ma con Immobile c’è un valore aggiunto. Sul Carpi..credo sia stata sbagliata la scelta di esonerare Castori. La vittoria di Sannino all’andata forse è dovuta ad una mancanza grave del Torino che non è mai sceso in campo. Il Carpi comunque mi sembra nettamente migliorato dopo il mercato e non ci renderà la vita facile perché verrà all’Olimpico col coltello fra i denti».

Torino con il 3-5-2?: «Non mi aspetto un cambio di modulo, ne penso che un modulo diverso sia la scelta migliore. Forse solo un 3-4-3. L’unico dubbio deriva dalle condizioni di Zappacosta che influenzerà la posizione di Bruno Peres sulle fasce. Là davanti Immobile non si tocca e con lui molto probabilmente Belotti».

Per altre info sul Torino visitate ToroNews

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy