Serie B: al via il valzer delle panchine

Serie B: al via il valzer delle panchine

Con la chiusura ufficiale della stagione 2016/17 comincia il consueto valzer degli allenatori, tra conferme e nuovi ingaggi: nasce la prossima Serie B

Commenta per primo!

Con la chiusura ufficiale della stagione 2016/17 comincia il consueto valzer degli allenatori, tra conferme e nuovi ingaggi: nasce la prossima Serie B 

Perugia – In casa dei grifoni il tecnico Cristian Bucchi – arrivato nella cittadina umbra lo scorso anno dopo la sconfitta nei playoff di Lega Pro della Maceratese contro il Pisa – attualmente ha un contratto in scadenza il prossimo anno. Tuttavia il mister romano sta trattando con il Sassuolo per succedere a Di Francesco e quindi lasciare la squadra che stava assaporando l’ebbrezza della massima serie, infranta dal Benevento che mandò a casa la compagine umbra.

Cittadella – Già da fine maggio la società veneta ha confermato in panchina Roberto Venturato, dopo il sesto posto in campionato che ha permesso ai granata di disputare il primo turno playoff, sconfitti però dal Carpi.

Cesena – Anche in casa bianconera c’è la conferma in panchina: Andrea Camplone ha avuto il rinnovo del contratto fino al 30 giugno 2018.

Spezia – Sul versante tirrenico, invece, l’esperienza di Domenico Di Carlo con la formazione ligure si interrompe dopo un anno e mezzo – il tecnico laziale aveva il contratto in scadenza il 30 giugno. Al suo posto è stato ufficializzato Fabio Gallo, che torna dai bianchi dopo l’esperienza di Como, classificato al settimo posto nel girone A di Lega Pro. Per il mister di Bollate contratto fino al 2018.

Salernitana – Per la società campana previsto per la prossima settimana l’incontro con il mister Alberto Bollini per la conferma sulla panchina granata.

Avellino – In casa biancoverde, invece, già confermato dal 7 giugno Walter Novellino, che resterà con i lupi fino al 2019.

Bari – Stagione finita per Stefano Colantuono, che dopo il dodicesimo posto in campionato decide insieme alla società di lasciare la piazza biancorossa. Al suo posto Fabio Grosso, reduce dalla semifinale persa dalla Juventus primavera contro la Fiorentina. Per il campione del mondo un contratto di un anno.

Virtus Entella – Dopo l’undicesimo posto in campionato Giampaolo Castorina è stato confermato sulla panchina dei liguri dopo essere subentrato a Roberto Breda a tre giornate dalla fine della stagione. Per lui un anno di contratto.

Brescia – Dopo un anno al Novara – che non raggiunge l’obiettivo playoff – fa ritorno in casa Brescia Roberto Boscaglia, sostituendo Luigi Cagni.

Novara – In casa Novara, dopo l’addio di Boscaglia, c’è l’arrivo di Eugenio Corini, esonerato dalla panchina del Palermo alla 21° giornata. Per il mister lombardo un contratto annuale.

Frosinone – La pesante sconfitta nella semifinale playoff contro il Carpi ha gettato all’aria una stagione finita ad alti livelli ma che brucia ancor di più avendo chiuso la stagione a pari punti con il Verona promosso in Serie A. Dopo l’eliminazione dai playoff il mister Pasquale Marino si dimette e la società lo sostituisce con Moreno Longo, ormai ex-tecnico della Pro Vercelli. Contratto fino al 2018 per il mister torinese.

Pro Vercelli – A sostituire Moreno Longo sulla panchina dei piemontesi è Gianluca Grassadonia, reduce da due stagioni con la Paganese in Lega Pro. Per lui contratto annuale.

Ascoli – Volto nuovo sulla panchina marchigiana: già partito per altri lidi Alfredo Aglietti, i bianconeri decidono di assumere Fulvio Fiorin, proveniente dal Milan. Dopo aver lavorato con Filippo Inzaghi – che ritroverà sulla panchina del Venezia – prima con gli Allievi Nazionali – Viceallenatore – e poi con la prima squadra rossonera – Assistente allenatore – Fiorin approda in casa Ascoli assieme ad Enzo Maresca in seconda.

Ternana – Dopo la salvezza in extremis, la Ternana sta valutando se confermare o meno Fabio Liverani, in scadenza il 30 giugno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy