Serie B, finale Playoff: prima volta per una quinta e una settima

Serie B, finale Playoff: prima volta per una quinta e una settima

L’ultimo atto dei playoff della stagione 2016/2017 mette a confronto Carpi e Benevento, che a sorpresa andranno a contendersi l’accesso in massima serie.

Commenta per primo!

L’ultimo atto dei playoff della stagione 2016/2017 mette a confronto Carpi e Benevento, che a sorpresa andranno a contendersi l’accesso in massima serie.

La compagine emiliana comincia il proprio cammino dopo la conclusione del campionato il 22 maggio al Tombolato contro il Cittadella sesto in classifica a una sola lunghezza dai biancorossi. Il match termina 2-1 per gli uomini di Castori grazie alle reti di Lollo e Mbakogu, vanificando la firma di Iunco per i padroni di casa. Quattro giorni più tardi la prima delle due sfide contro il temutissimo Frosinone, che ha chiuso la stagione a quota 74 punti, gli stessi del Verona che però ha acquisito di fatto la seconda piazza e quindi l’accesso diretto in Serie A. I ciociari quindi sono costretti a disputare le semifinali contro la squadra con cui ha condiviso la gioia della prima storica promozione in massima serie e la retrocessione l’anno successivo. L’andata si gioca al Cabassi e vede le due formazioni impattare sullo 0-0, mentre al ritorno, in nove contro undici, i biancorossi fanno l’impossibile passando in vantaggio a cinque minuti dal fischio finale conquistando così la finalissima.

Anche i sanniti cominciano il loro cammino ai playoff al primo turno, sfidando lo Spezia che ha occupato l’ultimo posto disponibile per partecipare alla fase finale della stagione; sfortunati però i ragazzi di mister Di Carlo, che si devono arrendere ai gol di Ceravolo e Puscas – nella ripresa Nenè riapre le speranze per i liguri ma alla fine sono i campani ad andare avanti. Le semifinali vedono i giallorossi sfidare un’altra favorita – insieme al Frosinone – alla vittoria finale: il Perugia, che però cade al Vigorito per mano di Chibsah e impatta tra le mura amiche 1-1 – reti di Puscas e Nicastro.

Ora l’ultima sfida, divisa tra andata e ritorno, vedrà per la prima volta nella storia dei playoff di serie B una squadra classificatasi quinta in campionato contro una settima.

Nella storia dei playoff della serie cadetta ci sono state varie occasioni, soprattutto nel recente periodo, in cui una terza classificata non è riuscita ad accedere in massima serie ai danni di una quarta: nelle ultime tre stagioni Latina, Vicenza e Trapani hanno dovuto cedere il posto rispettivamente a Cesena, Bologna e Pescara.

Nel 2013/14 il Cesena approdò in A grazie ai successi contro Modena (2-1) e Latina (4-2); l’anno successivo al Bologna bastò pareggiare contro Avellino in semifinale (3-3) e Pescara in finale (1-1) per tornare in Serie A dopo un anno di cadetteria, grazie alla miglior posizione in classifica – in quell’edizione i campani e gli abruzzesi erano rispettivamente ottavi e settimi. Nella passata stagione, invece, i biancazzurri tornavano nella massima serie italiana dopo aver battuto in finale il Trapani terzo in classifica per 3-1.

Andando indietro nel tempo troviamo nella stagione 2011/12 una Sampdoria sesta che riesce a vincere la competizione finale della serie B battendo prima il Sassuolo terzo (3-2) e poi il Varese quinto (4-2).

Nell’annata 2004/05 Treviso e Ascoli – rispettivamente quarta e quinta – accedono in A per il dissesto economico di Torino e Perugia – rispettivamente seconda e terza, mentre nella stagione 1985/86 l’Empoli quarto in classifica scavalcava il Vicenza terzo per illecito sportivo di quest’ultima.

Quest’anno, invece, la terza classificata Frosinone lascia l’accesso in Serie A ad una tra Carpi e Benevento, rispettivamente settima e quinta in campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy