Serie B in confusione: Palermo in C, annullati i playout

Serie B in confusione: Palermo in C, annullati i playout

La giornata odierna ha portato ulteriore confusione ad una Serie B già martoriata dalle difficoltà di inizio stagione. La retrocessione del Palermo ha cambiato i connotati alla classifica cadetta.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
palermo-serie-b

La giornata odierna ha portato ulteriore confusione ad una Serie B già martoriata dalle difficoltà di inizio stagione. La retrocessione del Palermo ha cambiato i connotati alla classifica cadetta. Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare presieduto da Cesare Mastrocola ha infatti retrocesso i rosanero all’ultimo posto della Serie B. Il Carpi sale così automaticamente al penultimo gradino.

La società è stata sanzionata per una serie di irregolarità gestionali da parte di alcuni ex dirigenti. Il TFN ha dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti di Maurizio Zamparini, all’epoca dei fatti presidente del Consiglio di Amministrazione del Palermo.

La situazione ha quindi portato alla scelta della Lega B di annullare i playout salvando così sia la Salernitana che il Venezia. Questo il comunicato della Lega:

Il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B, riunito in data odierna, vista la sentenza pubblicata il 13 maggio 2019 del Tribunale Federale Nazionale, immediatamente esecutiva, relativa all’U.S. Città di Palermo, ha deliberato all’unanimità di procedere con le partite dei playoff con le date già programmate lo scorso 29 aprile. In conformità al suddetto dispositivo procede al completamento delle retrocessioni, di cui tre già avvenute sul campo in data 11 maggio 2019 (Foggia, Padova, Carpi) e la quarta (Palermo) decisa dalla Giustizia sportiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy