Serie B, alla scoperta del… Parma

Serie B, alla scoperta del… Parma

In attesa dell’inizio del campionato di Serie B, si scoprono le prossime avversarie del Carpi

Commenta per primo!

Dalla fine della stagione 2013/14 comincia il calvario del Parma, quando – 6° in Serie A – manca l’accesso in Europa League per mancato ottenimento della licenza Uefa; la stagione successiva i ducali finiscono ultimi e dichiarano fallimento, ripartendo dalla Serie D. Fortunatamente per la piazza emiliana, la squadra ha saputo reagire, arrivando in soli due anni in Serie B – doppio salto come il Venezia. La panchina viene confermata al tecnico Roberto D’Aversa – che prima del Parma ha allenato il Lanciano – subentrato alla 17° giornata della scorsa stagione. Il secondo posto nel girone B di Lega Pro, dietro al Venezia, porta la formazione emiliana a disputare i playoff, vinti battendo in finale l’Alessandria. Probabilmente il sogno della squadra e della città sarebbe quello del triplo salto, tornando nella serie che le compete, ma sarà il campo a parlare.

La seconda posizione del girone B di lega Pro è stata ottenuta dal Parma conquistando 70 punti in campionato, frutto di 20 vittorie, 10 pareggi e 8 sconfitte. In casa i punti ottenuti sono stati 33, mentre in trasferta 37. Le reti realizzate in stagione sono state 55: 26 tra le mura amiche e 29 fuori – miglior attacco esterno insieme al Pordenone; quelle subite, invece, sono 36: 21 al Tardini, 15 in trasferta.

Sul fronte mercato, il Parma ha finora acquistato giocatori come Antonio Di Gaudio e Riccardo Gagliolo, entrambi provenienti dal Carpi; e Luca Siligardi, proveniente dal Verona. Presi in prestito anche Jacopo Dezi e Roberto Insigne, provenienti dal Napoli. In uscita, invece, prestati i giocatori Giacomo Ricci – alla Pro Piacenza – Kristaps Zommers – al Pordenone – e Lorenzo Simonetti – al Renate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy