Serie B, alla scoperta del… Perugia

Serie B, alla scoperta del… Perugia

In attesa dell’inizio del campionato di Serie B, si scoprono le prossime avversarie del Carpi

Commenta per primo!

Conclusasi al quarto posto a quota 65 punti – gli stessi del Benevento – il Perugia ha affrontato nell’ultima fase stagionale i playoff per la A, venendo battuti però dai sanniti che approdano in finale – vincendo come già sappiamo contro il Carpi. Si chiude così il terzo anno consecutivo in cadetteria per gli umbri, il migliore a livello di piazzamento, dopo la promozione del 2014 a seguito dei nove anni fuori dalla B – la squadra fallì nel 2005 dopo aver perso la finale playoff contro il Torino, chiudendo quella stagione al terzo posto.

Come detto in precedenza, i 65 punti conquistati nell’ultima stagione hanno portato i biancorossi in quarta posizione, frutto di 15 vittorie, 20 pareggi (il più alto numero) e 7 sconfitte (la squadra che ha perso di meno in campionato). In casa i punti ottenuti sono stati 35 mentre in trasferta 30 – dietro solo a Verona e Spal. Le reti realizzate in stagione sono state 54 – 27 tra le mura amiche e 27 fuori – miglior attacco in trasferta dopo il Verona; quelle subite, invece, sono 40: 18 al Curi, 22 in trasferta.

Il mister di questa stagione tutto sommato positiva, Cristian Bucchi, ha salutato i suoi uomini partendo alla volta di Sassuolo, facendo arrivare sulla panchina dei grifoni Federico Giunti, proveniente dalla Maceratese ma partito come allenatore proprio da Perugia – allenando gli Allievi Nazionali. Esordio quindi in prima squadra per quell’ex centrocampista che proprio in questa piazza ha ottenuto il maggior numero di presenze con una maglia (166), avendo fatto qui – tra il 1991 e il 1997 – 24 dei suoi 31 gol in carriera.

Sul fronte mercato, il Perugia ha acquistato le prestazioni di Gianluca di Chiara, terzino attualmente più pagato in questa sessione di mercato (400 mila euro), ceduto poi al Benevento per tre milioni di euro; Yanik Frick e Nicolò Casale (rispettivamente punta e difensore centrale) gli altri acquisti finora attuati dalla società umbra. Sul lato cessioni, invece, oltre al già citato di Chiara, è stato ceduto anche Jean-Armel Drolé, pagato un milione e 700 mila euro dall’Antalyaspor.

Vedremo se il Perugia continuerà questo suo progetto ai piani alti della Serie B, che come fine ultimo vede la promozione in A che manca da tredici anni.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy