Serie B, alla scoperta del… Venezia

Serie B, alla scoperta del… Venezia

In attesa dell’inizio del campionato di Serie B, si scoprono le prossime avversarie del Carpi

Commenta per primo!

Dopo dodici anni di dolori su dolori, il Venezia Calcio riassapora l’aria di Serie B grazie al doppio salto che vedeva la squadra veneta in D fino a due anni fa. Merito soprattutto di Joe Tacopina, che dopo l’esperienza dirigenziale a Bologna decide di prelevare il club arancioneroverde, affidando prima di tutto la panchina a Filippo Inzaghi, reduce allora dalla sfortunata esperienza nella prima squadra del Milan. Il campione del mondo, grazie anche al supporto del ds Giorgio Perinetti, ha permesso alla città veneziana di rivivere un sogno, portandosi dietro, oltre alla vittoria del girone B di Lega Pro, anche la Coppa Italia Lega Pro, vinta in finale 3-1 contro il Matera.

La prima posizione del girone B di lega Pro è stata ottenuta dalla Cremonese conquistando 80 punti in campionato, frutto di 23 vittorie, 11 pareggi e 4 sconfitte. In casa i punti ottenuti sono stati 38 – prima al pari di Padova e Santarcangelo – mentre in trasferta 42. Le reti realizzate in stagione sono state 56: 39 tra le mura amiche – miglior attacco casalingo – e 26 fuori; quelle subite, invece, sono 29 – miglior difesa stagionale –: 18 al Penzo, 11 in trasferta.

Sul fronte mercato, il Venezia ha acquistato finora l’ala ex Salernitana Giuseppe Caccavallo – girato in prestito al Cosenza -, il difensore Sinisa Andelkovic del Palermo, la punta Jan Mlakar in prestito dalla Fiorentina, ed Emil Audero, portiere prestato dalla Juventus; sulle cessioni, invece, il club ha finora dato via i giocatori esclusivamente con la formula del prestito: tra i vari, Davide Facchin, portiere andato alla Reggiana, Alex Pederzoli, mediano del Piacenza, oltre al già citato Caccavallo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy