Serie B, alla scoperta della… Ternana

Serie B, alla scoperta della… Ternana

In attesa dell’inizio del campionato di Serie B, si scoprono le prossime avversarie del Carpi

Commenta per primo!

L’ultima stagione è stata la peggiore degli ultimi anni per la Ternana, posizionandosi al diciottesimo posto in classifica; la squadra umbra, però, ha evitato i play-out contro il Trapani per via del distacco superiore ai quattro punti, come previsto dal regolamento. Per la sesta stagione consecutiva in Serie B la tifoseria ha visto innanzitutto il cambio societario, subentrando ai precedenti responsabili l’Università Unicusano, già attiva nel calcio avendo guidato lo scorso anno il Fondi in Lega Pro. Unicusano è un’università telematica privata con sede a Roma, fondata nel 2006 dall’imprenditore livornese Stefano Bandecchi. Sulla panchina non è stato confermato dai nuovi dirigenti Fabio Liverani: al suo posto è arrivato Sandro Pochesci.

La diciottesima posizione è stata ottenuta dal Brescia conquistando 49 punti in campionato, frutto di 13 vittorie, 10  pareggi e 19 sconfitte. In casa i punti ottenuti sono stati 34 mentre in trasferta 15. Le reti realizzate in stagione sono state 42 – 25 tra le mura amiche e 17 fuori; quelle subite, invece, sono 53: 19 al Liberati, 34 in trasferta.

Sul fronte mercato, la Ternana ha acquistato finora, oltre a vari giocatori provenienti dal Fondi – ex squadra gestita dall’Università Unicusano – il centrale Andrea Paolucci – proveniente dal Cittadella – e il terzino Alessandro Favalli del Padova; in uscita, invece, César Falletti è stato ceduto al team paraguayano Luqueno; Alberto Masi è stato ceduto al Bari, mentre Robert Acquafresca ha lasciato i “bianchi” per approdare all’Fc Sion.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy