Carpi, Calabro: “Ancora non siamo in vacanza. Il mio futuro? La partita di domani”

Carpi, Calabro: “Ancora non siamo in vacanza. Il mio futuro? La partita di domani”

Ultima gara casalinga per il Carpi di Antonio Calabro. Il tecnico dei biancorossi punta alla vittoria per salutare al meglio il pubblico dello Stadio Cabassi

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Ultima gara casalinga per il Carpi di Antonio Calabro. Il tecnico dei biancorossi punta alla vittoria per salutare al meglio il pubblico dello Stadio Cabassi: «Ultima gara interna, un motivo in più per fare bene – ha raccontato l’allenatore del Carpi intervenuto alla vigilia dell’incontro con il Cittadella – vogliamo dare continuità alle prestazioni, sperando invece di ottenere migliori risultati»

«Abbiamo analizzato le armi a disposizione ad inizio stagione ed i 51 punti con soli 31 gol sottolineano quanto abbiamo economizzato. Fin dall’inizio ho voluto trasmettere la ricerca del risultato a tutti i costi. La cosa più facile del calcio è fare bel gioco e perdere».

Sul Cittadella: «Ha una identità che porta avanti da tempo ed ha collezionato ben 11 vittorie fuori casa, per cui bisogna fare i complimenti alla società ed all’allenatore. Dovremo sfruttare le loro lacune verticalizzando per le punte».

Uomini a disposizione: «Mbakogu non ha minutaggio, può essere utile per gli ultimi 20 minuti del match, mentre Nzola, Belloni e Palumbo non saranno disponibili. Capela si allena con noi, ma non può fare contrasti quindi non giocherà».

Infine un commento sul suo futuro. Antonio Calabro è già dato per partente: «Non ho ancora parlato con la società, mancano ancora due partite e non siamo in vacanza. Il mio futuro è domani e ci teniamo tutti a fare bene nell’ultima gara casalinga».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy