Carpi a casa: il Modena non concede il Braglia per l’allenamento

Carpi a casa: il Modena non concede il Braglia per l’allenamento

La notizia lanciata dalla Gazzetta di Modena ha dell’incredibile: i giocatori del Carpi insieme al mister Giuseppe Sannino oggi non si sono potuti allenare allo stadio Braglia. All’arrivo della squadra i portoni erano chiusi, sembra per iniziativa del Presidente Antonio Caliendo che ha concesso alla primavera gialloblu di lavorare nel campo dello stadio. Secondo alcune indiscrezioni il caso sarebbe scoppiato per alcuni inadempimenti economici da parte del Patron biancorosso Stefano Bonacini. I giocatori sono quindi risaliti in auto per tornare in patria al Cabassi.

La società Carpi F.C. ha quindi rilasciato un comunicato uffciale sul proprio sito per tutelare la proprie società e denunciare l’atteggiamento presunto scorretto da parte di Antonio Caliendo. Questo il comunicato:

L’accordo stipulato tra Carpi F.C. 1909 S.r.l., Comune di Modena e Modena F.C. S.p.a. prevede il pagamento, in favore del club modenese, titolare della gestione dello Stadio Braglia, della somma di complessivi € 189.100,00 (IVA compresa), in 12 rate di pari importo, da corrispondersi a mezzo ricevuta bancaria, a partire dal 30 settembre 2015 e fino al 31 agosto 2016, come previsto nella stessa fattura che il Modena F.C. S.p.a. ha emesso ed inviato alla scrivente il 02 settembre 2015, senza tuttavia mai emettere alcuna ricevuta bancaria all’unica scadenza sinora intervenuta, come espressamente previsto dal negozio giuridico de quo;

Ad oggi, 22 ottobre 2015, sarebbe, dunque, maturata, in favore del Modena F.C. S.p.a., una sola rata, pari ad € 15.758,33 IVA compresa, scaduta lo scorso 30 settembre 2015;

Tuttavia, il Carpi F.C. 1909 S.r.l. ha ricevuto, in data 07 settembre 2015, un atto di pignoramento presso terzi, notificato dagli Ufficiali Giudiziari presso il Tribunale di Modena nell’interesse di una fornitrice del Modena F.C. S.r.l., creditrice di quest’ultima società, con cui il Pubblico Ufficiale ha intimato al Carpi F.C. 1909 S.r.l. di non corrispondere, fino a diversa disposizione del Giudice, le somme dovute al Modena F.C. S.p.a., fino alla concorrenza di € 26.439,45, con ordine accantonamento delle stesse a garanzia dell’adempimento del debito del Modena F.C. S.p.a. nei confronti del proprio fornitore; Pertanto, ad oggi, nessuna somma è dovuta dal Carpi F.C. 1909 S.r.l. in favore del Modena F.C. S.p.a., in ragione del predetto provvedimento, che determinerebbe, peraltro, in caso di erogazione delle somme alla società modenese, anche responsabilità penali in capo agli amministratori della scrivente società

Inoltre, sempre ai sensi dell’accordo quadro stipulato ad inizio stagione, il Carpi F.C. 1909 S.r.l. ha diritto ad effettuare presso lo Stadio Braglia, come prescritto dal punto 5) della convenzione, le sedute prepartita e il Modena F.C. S.p.a. è inibito dall’utilizzo del manto erboso dell’impianto sportivo nei 4 (quattro) giorni antecedenti le gare casalinghe della scrivente: risulta, invece, che, oltre ad aver inibito l’accesso alla prima squadra della scrivente, il Sig. Caliendo abbia organizzato sul campo di gioco che sarà utilizzato sabato 24 per la gara Carpi – Bologna l’allenamento della formazione Primavera

Qui il comunicato integrale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy