Carpi, Castori “Attenti al Chievo, rivelazione della Serie A”

Carpi, Castori “Attenti al Chievo, rivelazione della Serie A”

Le parole del tecnico biancorosso alla vigilia della gara del Bentegodi contro il Chievo Verona di Maran

Fabrizio Castori

L’obiettivo è quello di rimediare alla brutta figura del derby: contro il Chievo, il Carpi vuole tornare ad essere sè stesso, quella formazione che proprio al Bentegodi ha battutto splendidamente l’Hellas di Delneri. Raggiungere la quota di 31 punti sarebbe uno stimolo maggiore per agguantare la salvezza, soprattutto in caso di sconfitta dei rivali del Palermo e Frosinone. Così Fabrizio Castori è intenzionato a sbancare un’altra volta Verona, senza però sottovalutare il Chievo, già salvo ma con l’obiettivo dell’ottavo posto:

Cosa bisogna dimenticare del derby?: «L’analisi del derby si è fatta in settimana. Inutile tornarci, l’abbiamo archiviata come evento isolato. Ora concentriamoci sulla partita di domani. Il Chievo è la vera rivelazione del campionato, una squadra che ha mantenuto la costanza e quindi non potrà che essere una partita difficile».

Chievo appagato, giocherà con meno cattiveria?: «Nessuno è appagato. A volte poi la tranquillità può essere un’arma in più per fare meglio, per sbagliare meno. Loro hanno un’ottima classifica e possono migliorarla ancora. Il Chievo è una squadra esperta e fisica. Giocano la Serie A da tanti anni e l’ambiente è bene definito.  Noi però restiamo concentrati sui di noi».

Sugli acciaccati della settimana, Poli, Zaccardo, Suagher, Lollo: «Solo Poli non è convocato, perchè non è recuperabile. Per gli altri vedrò di sfruttare queste ultime 30 ore prima del match per valutarli».

Carpi, Palermo, Frosinone. Sono le tre squadre che lottano per la salvezza?: «Oggi è facile rispondere di sì, ma non ci metto la mano sul fuoco. Il Verona ha vinto a Bologna, non dimentichiamolo. Vedendo l’ultimo turno dell’Udinese e della Sampdoria viene facile parlare di noi tre, ma non ci scommetterei ancora. Tutte noi cerchiamo il riscatto. Non voglio entrare nel merito delle altre squadre perchè non posso, sembrano in difficoltà ma credo che sia sempre il campo a parlare».

LE PAROLE DI RICCARDO GAGLIOLO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy