Carpi, Mancosu “Cuore e tenacia, così si battono le grandi”

Carpi, Mancosu “Cuore e tenacia, così si battono le grandi”

L’attaccante del Carpi, Matteo Mancosu ospite ieri sera nella trasmissione Sport Qui “Fino a 28 punti è tutto ancora in bilico”

Matteo Mancosu

Il nuovo attaccante del Carpi, Matteo Mancosu, già autore di due reti in biancorosso, è stato ospite ieri sera del programma Sport Qui in onda su Tv qui, televisione ufficiale della società carpigiana. Il giocatore ha parlato della sua carriera, dell’approdo al Carpi e della prossima sfida alla Roma (venerdì 12 febbraio ore 20.45) ultima di un periodo molto complicato per gli emiliani. Ecco le parole di Matteo durante la trasmissione e riportate dal sito biancorosso:

Il post-Napoli: «Contro il Napoli abbiamo giocato come dovevamo. Loro sono fenomeni nelle ripartenze quindi dovevamo difenderci bassi e tentare il tutto per tutto in contropiede. Purtroppo non ci è andata bene, ma torniamo a casa con la consapevolezza di potercela giocare ovunque, di essere ancora vivi. L’espulsione? Sono andato subito dall’arbitro come tanti altri compagni, temevamo che avesse fatto consfusione tra Bianco e Zaccardo. Non è servito a nulla. Il San Paolo è uno stadio bellissimo, ancora di più ora che il Napoli è primo ed è trascinato dai suoi tifosi».

La salvezza: «Fino a 28 punti tutto è ancora in bilico. La serie A è un campionato molto difficile in cui basta avere un attimo di appannamento per cadere in basso. Finchè non si raggiunge quota 40 punti non si è mai sicuri. Noi facciamo la corsa su tutte e soprattutto guardiamo in casa nostra. Poi a Maggio daremo un occhio alla classifica, sperando di averne 3 alle spalle. Questa Serie A è molto importante per noi e per i tifosi, la società ha fatto tanti sforzi a gennaio, con degli investimenti importanti, e noi vogliamo ripagare la fiducia. Ci sono tante partite da qui alla fine e c’è ancora margine per la salvezza».

I compagni di reparto: «Io Lasagna e Mbakogu siamo molto simili. Attacchiamo la profondità e puntiamo subito la porta e questo è il nostro lavoro. Mi trovo molto bene con entrambi, sono ragazzi perbene oltre che ottimi giocatori. E’ facile giocare insieme a loro».

Arriva la Roma: «Ha una rosa di tutto rispetto e sembra avere azzeccato le mosse di mercato a Gennaio. visto il rendimento di El Shaarawy e Perotti. Avranno sicuramente l’impegno maggiore con la Champions League, ma noi puntiamo tutto sulle nostre armi, ossia aggressività, tenacia e cuore. Solo così si battono le grandi squadre».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy