Carpi, Romairone “Mercato? Una fase di terrorismo”

Carpi, Romairone “Mercato? Una fase di terrorismo”

Non ci sono vere operazioni di mercato secondo Romairone: il diesse del Carpi parla di voci e indiscrezioni, più o meno veritiere

Non poteva avanzare di toccare l’argomento “calciomercato”. Stuzzicato dalle domande dei giornalisti, Giancarlo Romairone ha parlato delle voci di mercato che coinvolgono il Carpi: «Il mercato? E’ una fase in cui ci sono terrorismo e indiscrezioni, alcune emergono in modo affrettato e prive di fondamento, altre sono più veritiere – (che si riferisca a Kevin Lasagna, vicino al Milan? Romairone continua dicendo che – Ci sono diversi nostri giocatori che suscitano interesse di altre squadre, ma al momento non ci sono contatti seri e decisi».

E sui giovani ufficializzati la scorsa settimana: «Ci sono tanti ragazzi giovani che vengono dalle categorie minori, sono giovani talenti per cui il Carpi ha voluto dare un segnale di ritorno alle origini preferendo cercare giocatori in questi campetti semisconosciuti piuttosto che nei settori giovanili delle grandi società. Ma non mettiamo pressione a questi ragazzi».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy